Napoli, sequestrate 11mila mascherine senza marchio CEE – Video

Maxi sequestro a Napoli di 11mila mascherine senza marchio CEE. Un’operazione svolta nella mattina dai Carabinieri della stazione di San Vitaliano.

Napoli mascherine
Il maxi sequestro dei carabinieri di San Vitaliano (via Screenshot)

Con l’arrivo della fase 2, fissata al 4 maggio, aumenta la corsa al mercato delle mascherine. Come prevedibile infatti stanno emergendo le prime produzioni illegali del prodotto. ossia la produzione di mascherine che non rispettano le norme di sicurezza per difendersi dal virus.

La prima operazione di questo tipo è avvenuta a Napoli, dove i carabinieri del comando di San Vitaliano hanno sequestrato ben 11mila mascherine. Infatti dopo un controllo, i carabinieri hanno notato l’assenza del marchio CEE, procedendo così al sequestro. Andiamo a vedere tutti i dettagli dell’operazione.

Napoli, sequestrate 11mila mascherine: denunciata un’imprenditrice

Napoli Mascherine
Arriva la denuncia ad un’imprenditrice di 44 anni (via Getty Images)

Nella mattina i carabinieri della stazione di San Vitaliano (Napoli), insieme a quelli della stazione forestale di Marigliano e del Nas di Napoli hanno compiuto l’operazione di sequestro delle 11mila mascherine. In seguito al sequestro è partita anche la denuncia ad un’imprenditrice napoletana di 44 anni. La donna residente a Scisciano è accusata di frode nell’esercizio di commercio e contraffazione.

La 44enne da diversi anni è proprietaria di una ditta tessile e nei giorni scorsi ha fatto partire la produzione di decine di migliaia di mascherine in stoffa. Ovviamente le mascherine prodotte dall’imprenditrice non godevano dell’autorizzazione medico-sanitaria. Inoltre al prodotto della 44enne mancava anche il marchio di controllo CEE, mai conseguito.

Le 11mila mascherine sequestrate erano destinate al mercato nazionale e putroppo erano molto probabilmente dannose per la salute. I carabinieri della stazione di San Vitaliano e della stazione forestale di Marigliano hanno posto sotto sequestro anche tutte le attrezzature per la produzione.

L.P.

Per rimanere aggiornato sulla Cronaca, CLICCA QUI !