Mes, Mattarella incontra Conte: “Serve solidarietà europea”

0

Continuano i dibattiti sul Mes, con Mattarella che incontra il premier Conte. Per il capo dello Stato serve solidarietà europea.

Mes Mattarella
Sergio Mattarella incontra il Premier Conte (photo Gettyimages)

Non si ferma il dibattito sul Mes, più caldo che mai nell’ultimo mese. In merito interviene anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che chiede solidarietà europea all’unione. La richiesta di Mattarella è arrivato nell’incontro di ieri al Quirinale, con il premier Giuseppe Conte.

Durante l’incontro tra il Presidente della Repubblica e quello del Consiglio si è fatto il punto della situazione alla vigilia del Consiglio europeo di domani, che servirà a decidere sui Recovery Fund, ma soprattutto sugli strumenti economici per uscire dalla crisi causata dal Coronavirus. Il consiglio Europeo sarà importante per l’Italia, che attende la risposta sui margini di manovra per affrontare la Fase 2 e di conseguenza la ripresa economica. Per rispondere alla crisi scatenata dalla pandemia, infatti, l’italia avrà bisogno soprattutto di liquidità economica.

L’incontro tra Mattarella e Conte è stato il primo dall’annuncio del lockdown. Il faccia a faccia è avvenuto rispettando le regole di sicurezza e durante l’incontro, Conte ha aggiornato il capo di stato sulle trattative in corso con l’Unione Europea. Il topic principale del premier è stato il fondo salva stati, ossia il Mes, al centro della polemica politica in questi giorni. Infatti il Mes in questione è pari a 37 miliardi e da giorni è al centro della polemica politica.

Mes, non solo Mattarella, Berlusconi annuncia: “Non possiamo rinunciare a questi soldi”

Mes Mattarella
Berlusconi non vuole rinunciare ai soldi del Mes (photo Gettyimages)

Al centro del dibattito politico, infatti, ci sarebbero proprio le condizionalità del Mes, con cinquestelle e centrodestra che temono degli accordi nascosti. Nonostante ciò, dopo l’incontro, Mattarella si è augurato di trovare un accordo nel consiglio europeo che si svolgerà nella giornata odierna. Per il capo di Stato, l’Europa unità si vede in questi giorni di difficoltà, come annunciato nel discorso del paese del 27 marzo.

Dello stesso parere anche l’ex premier Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia ha infatti annunciato la necessità del paese nell’accettare i soldi dell’Unione Europea. Infatti durante un intervento alla trasmissione Porta a Porta, il “Cavaliere” ha affermato: “Non capisco come si possa dire di no. Questo è il momento delle soluzioni concrete, non delle bandiere da agitare per raccogliere il consenso. Un governo responsabile deve agire così“. Berlusconi poi ha dichiarato di non voler creare spaccature nel centrodestra, ma di avere opinioni differenti rispetto ai propri alleati.

Sul mes è intervenuto anche Romano Prodi. L’ex premier del Centro-sinistra ha ricordato che il Mes è un prestito a bassissimo tasso d’interesse. Prodi ha poi ribadito la volontà dell’Europa di togliere tutti i tassi d’interesse, e che solamente nell’incontro di oggi si capirà quali saranno le condizioni.

Vedremo se l’incontro di oggi sarà una svolta per la penisola, che ha bisogno dei 37 miliardi dell’Unione Europea per uscire il prima possibile dalla crisi economica e per evitare un importante recessione.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui