Coronavirus Piemonte: primi medicinali nelle farmacie per le terapie

Coronavirus: da oggi, tutti gli assistiti in trattamento domiciliare, potranno ritirare nelle farmacie del Piemonte prodotti a base di idrossiclorochina.

Medicinali
In Piemonte sarà possibile ritirare medicinali in farmacia (photo Gettyimges)

Coronavirus, Piemonte: tutti gli assistiti in trattamento domiciliare potranno, a partire da oggi, ritirare i medicinali terapeutici nelle 1500 farmacie piemontesi. Come riporta La Stampa, i medicinali che gli assistiti potranno ritirare per la terapia sono a base di idrossiclorochina, dunque Plaquenil cpr 200 mg o corrispondente generico.

In che modo avverrà la distribuzione nelle farmacie piemontesi? In base a quanto leggiamo dalla fonte, la distribuzione avverrà la modalità della “Dpc”, ovvero la Distribuzione per conto, già in funzione per altre casistiche. La distribuzione, tengono a precisare Federfarma Piemonte e Unione Titolari farmacie, sarà effettuata a titolo gratuito. Dunque, come riporta La Stampa, non sarà applicato l’onorario distributivo valido per altri medicinali.

Leggi anche >>> Coronavirus, 107.699 positivi e 25.085 morti in Italia: il nuovo bollettino – DIRETTA

Piemonte, un’arma in più contro il Coronavirus

Medicinali
Coronavirus, primi medicinali in farmacia in Piemonte (photo Gettyimages)

Un bel passo avanti quello effettuato dal Piemonte nella lotta al Coronavirus. Infatti, proprio a partire dalla giornata di oggi (23 aprile) tutti coloro che stanno ricevendo assistenza domiciliare contro il Covid-19, potranno usufruire della distribuzione, a titolo gratuito dei medicinali a base di idrossiclorochina. I prodotti sono stati prescritti nelle 1500 farmacie del Piemonte.

Intanto, come riporta La Stampa, ieri in Piemonte si sono registrati 74 decessi. 33 di questi sono stati registrati a Torino. I nuovi casi di positività sono 705 in totale. Anche in Piemonte, così come in molte altre regioni italiane la maggior parte dei nuovi contagi (si stima un 60%) proviene dalle case di riposo. Questo è un dato che preoccupa.

In Piemonte, la buona notizia riguarda invece la terapia contro il Covid-19, con la possibilità, per tutti gli assistiti domiciliari, di ritirare i medicinali direttamente in farmacia.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Torino: le separazioni coniugali saranno via mail

F.A.