Coronavirus, bambino di 9 anni crea un videogioco per sconfiggerlo

Sconfiggere il Coronavirus, in un videogioco se non altro. E’ quello che ha fatto un bambino di quarta elementare di Binasco, nel milanese.

coronavirus videogioco
(screenshot da YouTube)

In casa come tutti i suoi coetanei, Lupo Daturi – questo il nome del giovane programmatore in erba – ha approfittato della quarantena in casa per dar vita ad un videogioco. Nove anni e una grande passione per la tecnologia ereditata dal papà, partner di un’agenzia che si occupa di marketing digitale.

La battaglia per sconfiggere il temibile virus si svolge alla guida dell’astronave Cerba-20, armata di tutto punto. Il bambino invece le sue armi le ha affilate frequentando CoderDojo, una community che ha come obiettivo quello di avvicinare giovani e giovanissimi al mondo della programmazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il gioco Plague Inc. rimosso dall’App Store cinese

Coronavirus, il videogioco in cui la cura sono le astronavi

Attenzione però, Lupo è un bambino che condivide le passioni tipiche di tutti i suoi coetanei, suona la chitarra e pratica diversi sport, dallo sci al karate. La permanenza forzata in casa però lo ha stimolato a diventare non solo un fruitore di videogiochi, bensì a crearne uno tutto suo.

“Ho usato la piattaforma Scratch per realizzare questo gioco – spiega Lupo – come avevo già fatto in passato. Volevo fare un gioco di combattimento tra astronavi e così mi sono lasciato ispirare dalla situazione attuale. Da una parte ho messo il Covid-19, ispirandomi alle immagini del virus che sono state diffuse, dall’altra l’astronave Cerba-20. Il nome – prosegue – l’ho sentito in casa, deriva da un’azienda per cui lavora mio papà e chi si occupa proprio di fermare la diffusione del virus”.

Il gioco ha riscosso ben presto un grande successo anche tra gli amici, a maggior ragione potendo giocare in due o in alternativa sfidando il computer. Si possono sparare raggi laser e lanciare mine sempre più grandi, usare dei razzi che inseguono il nemico e proteggersi con uno scudo. Insomma, come dice il giovanissimo autore, “Qui il Covid-19 non ha scampo“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> PS5, la scheda tecnica: 16gb di RAM, SSD superiore ad Xbox – VIDEO