Coronavirus, Rizzoli: “Scuole aperte a settembre, stagione attuale chiusa” 

0

Coronavirus, a settembre le scuole dovrebbero essere regolarmente aperte. A riferirlo è l’assessore Melania Rizzoli in diretta su Facebook. Ecco quanto riferito. 

Coronavirus

Appuntamento fisico direttamente a settembre per quanto riguarda le scuole. E’ questo quanto riferito da Melania Rizzoli, assessore all’istruzione, al lavoro e alla formazione della Regione Lombardia, intervenuta quest’oggi in diretta su Facebook.

Banchi di scuola
Banchi di scuola (photo Pixabay)

Coronavirus, quando riapriranno le scuole

L’unica semi-certezza a oggi, infatti, è la ripresa post-estate. Ma ci sono ancora tanti aspetti da chiarire come riferisce Rizzoli: “Le scuole dovrebbero riaprire a settembre. Abbiamo avuto un incontro col ministro dell’istruzione e ne attendiamo un altro per concordare insieme il calendario scolastico. Di solito questo è una prerogativa delle Regioni, ma in questo caso ci sono delle cose che vanno concordate e condivise con il nostro ministro”.

Il grosso problema, tuttavia, è l’incognita verso cui viaggiamo. Perché non avendo certezze future, sarà difficile anche adeguarsi di conseguenza o quanto meno con totale certezza: “Non sappiamo come arriveremo a settembre – aggiunge l’assessore -, molto dipenderà dal trend epidemiologico della nostra regione e nazionale. Le scuole dovrebbero comunque aprire tutte insieme lo stesso giorno, ma dovremo capire in che modo ci arriveremo e quali saranno le misure da attuare”.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, mensa e ristorante in riapertura alla Camera

In vista della fase 2, inoltre, sorge un altro problema: “Ci scrivono molti genitori perché lunedì 4 maggio torneranno a lavoro e c’è il problema di come sistemare i ragazzi che sono a casa. Penso che l’anno scolastico scolare sia ormai chiuso, in Lombardia sicuramente non ci sarà il rientro a scuola ma probabilmente anche altrove”. 

C’è anche il delicatissimo capitolo esami da chiarire: “Bisogna chiedere al ministro le modalità, perché ci sono degli esami importanti come quelli di maturità da svolgere. I nostri studenti hanno studiato purtroppo pochi mesi e non possono essere abbandonati nel finale. Bisognerà garantire seriamente gli esami di terza media e soprattutto di maturità”, evidenzia Rizzoli.

https://www.facebook.com/giuliogallera/videos/695090734577487/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui