Coronavirus, cosa succede nel mondo: dagli Usa alla Germania

L’emergenza da Coronavirus ha oramai colpito tutto il mondo. Andiamo a vedere che le varie nazioni stanno fronteggiando l’emergenza sanitaria.

coronavirus Mondo
I provvedimenti degli altri paesi per fonteggiare l’emergenza (Getty Images)

L’Italia e la Cina non sono le uniche nazioni che hanno dovuto applicare un rigido lockdown, per arrestare la crisi causata dal Coronavirus. Infatti anche il resto del mondo ha dovuto chiudere tutto, pur di evitare un repentino aumento di casi e successivi decessi.

Partiamo dagli Stati Uniti. Qui, nella giornata di ieri, il presidente Donald Trump ha annunciato un provvedimento da ben 480 miliardi. Fondi che saranno necessari per fronteggiare il virus che nelle ultime 24 ore ha provocato altri 2.700 decessi. La misura è passata all’unanimità dopo i negoziati tra i repubblicani e democratici. In merito, il presidente Donald Trump ha affermato: “Ora sollecito la Camera ad approvare la misura. Penso che la voteranno molto presto“.

Inoltre nonostante i nuovi 40mila contagi, Trump non perde il suo ottimismo. Infatti il tycoon ha affermato di vedere una luce in fondo al tunnel. Inoltre il presidente ha dichiarato che alcuni stati sono già pronti per far ripartire l’economia nazionale. Infine il 45esimo presidente della storia degli Stati Uniti, ha annunciato il blocco dell’immigrazione per 60 giorni.

Intanto a sorpresa il governatore del Missouri, Eric Schmitt, ha presentato una causa contro il governo cinese, per la perdita di vite umane e le conseguenze economiche nel Missouri provocate dal coronavirus.

Coronavirus nel mondo: Usa attende la seconda ondata; la Germania conferma le 4.879 vittime

Coronavirus Germania
La Germania conferma le quasi 5mila vittime (Foto: Getty)

Ma gli Stati Uniti sembrano più preoccupati per il futuro, piuttosto che per la situazione attuale. Infatti per la nazione americana, la seconda ondata potrebbe essere addirittura più letale. A portare avanti la tesi ci ha pensato il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc). Come riporta una nota del Cdc: “C’è la possibilità che un assalto del virus il prossimo inverno possa essere più difficile di quello che stiamo attraversando ora.

Anche il Canada cerca di prevenire ulteriori contagi. Infatti il paese della foglia d’acero ha fatto spospendere alla compagnia aerea, Air Canada, tutti gi collegamenti con gli Stati Uniti per altri trenta giorni.

Situazione critica anche in Germania. Infatti dopo l’ultimo aggiornamento il paese tedesco ha confermato oltre 145 mila contagi dall’inizio dell’emergenza, con poco più di 2.200 contagi nelle ultime 24 ore. Mentre invece il numero delle vittime è salito a 4.879.

In Pakistan invece i casi da Coronavirus hanno raggiunto quota 9.749, mentre il bilancio delle vittime sale a 209. E’ della regione del Punjab il numero più alto di casi, con ben 4.328 positività e 51 decessi. Nel paese medio-orientale, il numero dei guariti è salito a 2.156.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca Estera, CLICCA QUI !