Whatsapp: la nuova truffa del cofanetto Lancome in omaggio

Whatsapp: quella del cofanetto Lancome in regalo è solo l’ultima truffa delle tante che circolano sul noto portale di messaggistica.

WhatsApp gruppi
Whatsapp, la truffa del cofanetto in omaggio: come evitarla (Foto: Pixabay)

Se ricevete un messaggio su Whatsapp dove c’è scritto di un cofanetto Lancome in regalo, sappiate che si tratta di una delle numerose truffe che in questo periodo stanno circolando sul portale di messaggistica. In questo periodo di Coronavirus, dove tutti siamo chiamati a rimanere a casa, l’utilizzo di Whatsapp, e dei social in generale, è esponenzialmente accresciuto e, come riporta Qui Finanza, qualche cybercriminale ha deciso così di approfittarne.

L’ultima truffa Whatsapp che sta circolando in questi giorni in Italia, riguarda la nota azienda francese Lancome. Sono tanti gli utenti che, egli ultimi giorni, stanno infatti ricevendo un messaggio con un presunto omaggio da parte di Lancome. Il messaggio è accompagnato da un link da premere per usufruire dell’offerta. Si tratta in realtà di un truffa, poiché non si riceverà alcun omaggio a seguito dell’apertura di quel link.

Leggi anche >>> Coronavirus, 108.257 positivi e 23.660 morti in Italia: il nuovo bollettino – DIRETTA

Cofanetto in omaggio: la nuova truffa Whatsapp

WhatsApp
Whatsapp (Pixabay)

La nota azienda francese, come riporta Qui Finanza, è del tutto estranea alla faccenda. Il marchio di cosmetici è infatti stato utilizzato dai truffatori per far appiglio sugli utenti e per poterli dunque farli cascare nella trappola. La truffa del cofanetto in omaggio ha, in realtà, poco di originale, perché è molto simile alle tante che circolano da tempo sulla piattaforma di messaggistica.

Come leggiamo da Qui Finanza, è in realtà semplice scovare questo tipo di truffe. Uno dei sentori che può farci pensare a una cyber-truffa è la modalità di scrittura dei messaggi. Molti di essi, infatti, presentano una serie di errori grammaticali. Altro sentore che può farci pensare a una truffa è proprio il link che fa seguito al messaggio, che non corrisponde mai al sito ufficiale dell’azienda.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, ministro Speranza: “La battaglia non è ancora vinta”

F.A.