Il Nobel Montagnier: “Coronavirus creato in laboratorio”. Scienziati: “Falso!”

0

Il Nobel Montagnier parla del coronavirus e continua a portare avanti la sua tesi di una creazione in laboratorio del suddetto. 

Nobel Montagnier
Nobel Montagnier (via Getty)

Un nome di certo stimato quello del dottor Luc Montagnier, che nel 1983 fu il primo a scoprire ed osservare il virus dell’HIV. Premio Nobel per la medicina nel 2008, il dottore francese è senza dubbio un’autorità in campo medico. Ma negli ultimi anni, ed in particolare nelle ultime settimane, le sue posizioni sono state a dir poco controverse e questo tanti suoi colleghi della comunità scientifica lo stanno attaccando su ogni fronte. In particolare, Montagnier sta sostenendo da settimane che il coronavirus sia stato creato in laboratorio e sia sfuggito al controllo dei medici e del personale cinese.La sequenza dell’Aids è stata inserita nel genoma del coronavirus per tentare di fare il vaccino”, ha sostenuto il dottore, che ne conferma quindi l’artificialità.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Bergamo torna finalmente a respirare: pronto soccorso vuoto

Il Nobel Montagnier: “Coronavirus creato in laboratorio”. Scienziati: “Falso!”

Per Montagnier il tutto è stato semplicemente un errore di laboratorio, che ha portato alla contaminazione di zone esterne. “Un errore da apprendisti stregoni”, così definisce l’errore umano che sarebbe accaduto tra le mure dei laboratorio di Wuhan. Inutile dire che questa tesi è stata ampiamente criticata ed attaccata da parte dell’intera comunità scientifica. In tanti, infatti, continuano a sostenere che il virus sia del tutto naturale. L’Istituto Pasteru, autorità nella medicina francese, ed il suo direttore, Etienne Simon-Lorière, ha sostenuto: “Non ha senso. Sono dei piccoli elementi che si trovano in altri virus della stessa famiglia. È aberrante“.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato, il coronavirus cambia i prezzi: Mbappè vale 40 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui