Coronavirus, ospedale Niguarda in festa: chiusa una terapia intensiva – VIDEO 

0

Coronavirus, è festa all’ospedale Niguarda di Milano: chiude una delle cinque terapie intensive utilizzate per l’emergenza da Covid-19. E’ la stessa struttura sanitaria ad annunciarlo con un video. 

Coronavirus

Coronavirus, i medici del Grande Ospedale Metropolitano Niguarda festeggiano. Il motivo? Chiude una delle cinque terapie intensive finora sotto stress per l’emergenza da Covid-19. Un risultato straordinario considerando il bilancio in questo periodo di ricoverati, contagiati e deceduti.

E’ la stessa struttura sanitaria ad annunciare l’ottima notizia, con tanto di un meraviglioso video in allegato. In questi si vede la sala in questine effettivamente svuotata e soprattutto dei medici festeggiare per tale traguardo. Un’immagine emozionante considerando i ritmi incessanti che hanno travolto la Lombardia.

Un indicatore che mostra come l’attività ospedaliera in questo periodo, pur essendosi rimodulata per l’emergenza covid,…

Pubblicato da ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda su Sabato 18 aprile 2020

Coronavirus, chiude un reparto di terapia intensiva a Milano

Sia chiaro: non è assolutamente finita – ed è lo stesso ospedale a ricordarlo – ma questo è comunque un traguardo importante e che può rincuorare dopo aver superato il peggio. Ma ora attenzione a non abbassare la guardia, come evidenzia l’ospedale via Facebook: “E’ un piccolo passo, ma importantissimo. L’emergenza non è terminata e non possiamo assolutamente abbassare la guardia. Ma una prima buona notizia c’è”.

“Il calo degli ultimi giorni di nuovi pazienti positivi – si legge nel post su Facebook – ci ha permesso di chiudere una delle 5 terapie intensive che in questi due mesi abbiamo dovuto aprire per l’assistenza dei malati Covid”. Una conferma ulteriore, dunque, di come si stia iniziando a intravedere il sereno soprattutto nella regione più afflitta in assoluto da questa emergenza sanitaria.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, Brusaferro: “Vaccino entro il 2020, dimenticate le strade affollate” 

E così mentre aumentano i numeri di guariti, col record di 2.563 dell’altro ieri, si svuotano le sale finora stracolme: “27 posti letto che fino a pochi giorni fa avevano accolto pazienti in condizioni gravissime a causa del virus, sono ormai vuoti. Adesso il reparto verrà riorganizzato e sanificato per poter ripartire!”.

La quiete dopo la tempesta? Speriamo. E alla fine… la gioia di chi, negli ultimi 50 giorni, ha lavorato in questo reparto con tantissima dedizione, professionalità, responsabilità e sensibilità… grazie!”, si legge in chiusura sul post social dell’azienda ospedaliera.

E’ un piccolo passo, ma importantissimo.L’emergenza non è terminata e non possiamo assolutamente abbassare la guardia.Ma una prima buona notizia c’è. Il calo degli ultimi giorni di nuovi pazienti positivi ci ha permesso di chiudere una delle 5 terapie intensive che in questi due mesi abbiamo dovuto aprire per l’assistenza dei malati covid.27 posti letto che fino a pochi giorni fa avevano accolto pazienti in condizioni gravissime a causa del virus, sono ormai vuoti. Adesso il reparto verrà riorganizzato e sanificato per poter ripartire!E alla fine… la gioia di chi, negli ultimi 50 giorni, ha lavorato in questo reparto con tantissima dedizione, professionalità, responsabilità e sensibilità… grazie!#fermiamoloinsieme #covid19italia #coronavirus #ospedaleniguarda #terapiaintensiva #icu

Pubblicato da ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda su Domenica 19 aprile 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui