Coronavirus, annuncio a New York: ora matrimoni in videoconferenza

0

Coronavirus: sì ai matrimonio on line a New York. In tempi di pandemia, il governatore Andrew Cuomo ha annunciato i matrimoni in videoconferenza. Ecco come funzioneranno. 

Coronavirus

Sono tanti, tantissimi, i matrimoni slittati in tempi di coronavirus. Molti sono stati costretti a farlo in virtù dalle restrizioni vigenti, tanti altri hanno invece preferito spostare le nozze in programma per l’incertezza del domani.

Coronavirus, sì ai matrimoni a distanza a New York

Ma negli Stati Uniti, precisamente a New York, hanno trovato una parziale soluzione a tal proposito. Ovvero sposarsi legalmente via videoconferenza. Chi infatti non vorrà spostare il grande evento, potrà farlo adesso pronunciando il fatidico sì attraverso lo schermo di un computer.

E’ stato lo stesso governatore Andrew Cuomo ad annunciare la nuova soluzione. Ecco quanto postato via Twitter: “Novità: sto emettendo un ordine esecutivo che consente ai newyorkesi di ottenere da remoto una licenza di matrimonio e consento agli impiegati di svolgere cerimonie tramite videoconferenza”.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, Brusaferro: “Vaccino entro il 2020, dimenticate le strade affollate” 

Si potrà essere usata qualsiasi piattaforma per legarsi per sempre in questo modo inedito. FaceTime, Skype, Zoom o qualsiasi altro social utile in tal senso. Basta un testimone statale, che presenzierà sempre in videochiamata e il gioco (solo e unicamente a New York) sarà fatto.

Una decisione finalizzata non solo a chi vorrà legarsi per sempre, ma anche verso chi l’ha già fatto e finora non ha potuto ottenere l’atto di matrimonio. Molti uffici di registrazione, infatti, sono stati momentaneamente chiusi proprio per la pandemia in corso. E dunque per il momento è stata anche sospesa la legge che vietava i matrimoni a distanza. Prima di questa novità, erano obbligatoria la presenza fisica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui