Juventus: Higuain forse non torna, il rientro del Pipita è un giallo

0

Dall’Argentina rimbalza la voce di un Gonzalo Higuain profondamente preoccupato per le condizioni della madre e intenzionato, almeno per ora a non rientrare in Italia.

Gonzalo Higuain
(Getty Images)

Se l’ora X per il campionato italiano scatterà il 4 maggio, solo allora sapremo se la Serie A sarà davvero in fase di ripartenza o meno, per molti calciatori è il momento di tornare. La Juventus ha convocato i suoi giocatori attualmente all’estero perché rientrino e rispettino i quattordici giorni di quarantena prevista prima di rimettersi al lavoro e andare in ritorno, probabilmente dal 6-7 maggio in poi.

LEGGI ANCHE > Juventus, altro scippo in casa Napoli dopo quello di Higuain

Higuain torna o no?

Le notizie che riguardano Gonzalo Higuain sono incerte. La madre del calciatore sta lottando da tempo con il cancro e le sue condizioni nelle ultime settimane erano notevolmente peggiorate tanto da indurre il Pipita a tornare precipitosamente a casa. Ma la Juventus aveva già pianificato il rientro di tutti i suoi giocatori ora all’estero entro questa settimana: domani dovrebbero rientrare Pjanic e Douglas Costa che, una volta espletata la prassi dei quattordici giorni di isolamento e controlli, dovrebbero riprendere il lavoro insieme a tutti gli altri compagni di squadra. Torna al lavoro Rugani che ormai è negativo dopo la brutta esperienza del contagio da coronavirus e sta anche festeggiando la notizia dell’arrivo del suo primo figlio.

Alcuni giornali argentini hanno soffiato sul fuoco scrivendo oggi on line che Higuain è preoccupato per la situazione italiana del coronavirus e preferirebbe non rientrare. Un po’ per stare vicino alla madre, le cui condizioni restano molto serie, e un po’ per non correre rischi.

LEGGI ANCHE > Il ministro Spadafora: “Speriamo di ripartire dal 4 maggio, ma non ci sono certezze”

Dalla Juventus nessuna nota ufficiale

La Juventus non ha diramato alcun comunicato a riguardo. Si sa solo che i giocatori attualmente all’estero hanno già ricevuto il check per tornare a Torino. Dopo dovranno sottoporsi alle profilassi, ai controlli e mettersi a disposizione della società. Tra questi anche Higuain. La società sarebbe in contatto diretto con il giocatore che avrebbe espresso il suo disagio nel lasciare la madre e la sua preoccupazione circa la situazione virus. La data di rientro prevista per Higuain doveva essere quella di martedì 21 ma di fatto una scadenza vera e propria non c’è: la società si sarebbe limitata a mandare ‘un invito’ al giocatore per riorganizzarsi e rientrare. Non ci sarebbero provvedimenti e non ci sarebbe nessun caso a parte il disagio di Higuain che è stato raccolto da alcuni siti argentini. Una situazione sicuramente delicata e non facile quella di Higuain che vive costantemente accanto alla madre da quando è rientrato in patria.

Gonzalo Higuain

Le sirene del mercato

Ma intanto soffiano anche le sirene del mercato. L’ultima è quella che da Los Angeles parla di un’offerta straordinaria. Un contratto di quattro anni per rendere Higuain il simbolo della squadra e sostituire come uomo immagine Zlatan Ibrahimovic.

L’allenatore dei Galaxy è l’argentino Schelotto: “Averlo sarebbe un sogno, siamo pronti a tutto per lui” aveva dichiarato un paio di giorni fa il tecnico che oggi è tornato alla carica: “Ho parlato con i dirigenti del Galaxy, sono pronti a qualsiasi investimento per convincerlo, ma il momento per lui non è facile e rispettiamo i suoi tempi e le sue priorità. Lo vogliamo tranquillo e sereno ma lo vogliamo, e siamo pronti a convincerlo non solo con i soldi ma anche con una grande squadra”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui