Covid-19, i carabinieri sequestrano casa di cura a Reggio Calabria

Covid-19, i carabinieri sequestrano casa di cura a Reggio Calabria per mancanza di condizioni minime di sicurezza dei locali. Molti anziani erano a rischio contagio

Carabinieri Nas
Covid-19, i carabinieri del nas hanno chiuso una casa di cura a Reggio Calabria (Foto: Getty)

Il tema delle Rsa è di grandissima attualità in questo momento in Italia. Nella lotta al coronavirus i contagi all’interno delle case di cura per anziani hanno testimoniato che qualcosa evidentemente è andato storto. Dal Nord al Sud Italia, molti dei nuovi contagi arrivano proprio da queste strutture che non rispettano le condizioni minime di sicurezza. Ultima in ordine cronologico una casa di cura di Reggio Calabria, chiusa dai carabinieri del Nas per mancanza di requisiti di sicurezza all’interno dei locali. Non solo, sempre nel capoluogo calabrese altre 5 Rsa sono risultate abusive e 13 senza requisiti.

Nello specifico si trattava di problemi igienico sanitari e di presenza di personale non specializzato. Una cosa inaccettabile soprattutto in un momento così delicato nella lotta al Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, funerali in diretta streaming: l’ultimo abbraccio è virtuale

Covid-19, chiusa una casa di cura a Reggio Calabria

Casa di cura Reggio Calabria chiusa
Covid-19, chiusa casa di cura a Reggio Calabria (Foto: Getty)

In realtà più che delle vere e proprie case di cura si trattava di semplici alloggi, troppo piccoli e mal attrezzati per contenere le persone in sicurezza. I magistrati hanno apposto i sigilli di chiusura su una in particolare perchè non aveva nemmeno l’autorizzazione ad operare. E’ scattata anche la denuncia al rappresentante legale per il reato di inadeguata assistenza agli anziani.

All’interno della struttura i carabinieri hanno rinvenuto ogni genere di mancanza. Dai servizi igienici non a norma, alla metratura inadeguata dei locali, fino al personale non qualificato che operava all’interno per l’assistenza.

Gli anziani che erano ricoverati all’interno, grazie al supporto dell’Asp di Reggio Calabria, saranno sottoposti a tampone per il coronavirus e spostati in altre strutture autorizzate.

Nelle ultime settimane nelle rsa calabresi sono morti circa 70 anziani per Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Fontana sull’indagine per le Rsa: “Proposta degli esperti”