Coronavirus, arrivano 150mila test sierologici: il 3 maggio la consegna

Continua la lotta al coronavirus, infatti, entro il 3 maggio arriveranno 150mila test sierologici per indacare sulla diffusione del virus.

coronavirus test
In arrivo 150mila test sierologici in Italia (Foto: Getty)

L’emergenza da Coronavirus è quasi finita per la penisola italiana, ed il Governo già pensa a come avviare la Fase 2. Il commissario speciale er l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha indotto la gara per l’acquisto di kit, reagenti e consumabili per effettuare 150 mila test sierologici. Tali test saranno fondamentali per capire come si diffonde il virus Sars-Cov2 tra i cittadini italiani.

La gar per l’acquisizione dei test sierologici è stata pubblicata sui siti istituzionali del Ministero della Salute e della della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Inoltre si cercherà di renderla il meno lunga possibile, in modo da fornire quanto prima i test sierologici. Uno dei requisiti richiesti dal bando, infatti è proprio la rapidità di trasporto e consegna dei test sierologici.

Coronavirus, non solo test sierologici: la Protezione Civile sospende la conferenza stampa giornaliera

Coronavirus Test
Non sarà più giornaliera la conferenza stampa di Borrelli (via Screenshot)

Ma la novità di giornata non riguarda solamente l’arrivo dei test sierologici. Infatti, una delle più grandi novità è l’interruzione della conferenza stampa giornaliera del capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Grazie alle dirette streaming, Borrelli nelle ultime settimane è arrivato nelle case di tutti gli italiani, tenendo aggiornato l’intera popolazione sull’andamento del virus in Italia. L’interruzione della conferenza stampa quotidiana arriva dopo ben 55 giorni, un annucio comunicato nel giorno più bello per il popolo italiano, ossia nel venerdì in cui c’è stato il record di apzienti guariti, 2.563.

A determinare la fine dell’appuntamento quotidiano è proprio l’andamento dei numeri. Infatti Borrelli ha espressamente dichiarato che con il lieve alleggerimento della pressione sulle strutture ospedaliere, si è presa la decisione di rimodulare le conferenze stampa, che saranno svolte due volte a settimana.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca, CLICCA QUI !