Coronavirus Roma: protesta davanti al carcere di Rebibbia

Coronavirus: a Roma si è verificata questa mattina una manifestazione davanti al carcere di Rebibbia. Al centro della protesta, le condizioni di detenzione.

Carcere Rebibbia
Roma: protesta davanti al carcere di Rebibbia (photo Gettyimages)

Coronavirus: protesta nella giornata odierna a Roma, davanti al carcere di Rebibbia. Come riporta Skytg24, una ventina di persone tra attivisti e parenti dei detenuti, hanno manifestato senza permessi davanti alla struttura. La polizia è intervenuta immediatamente per placare la protesta. I disordini, come leggiamo dalla fonte, si sono verificati proprio nel momento in cui sono intervenute le autorità, con i manifestanti che hanno iniziato ad urlare ripetutamente “Liberate i detenuti”. Ma ciò che ha creato scompiglio è l’atteggiamento di alcuni manifestanti, che, all’arrivo della Polizia hanno opposto resistenza.

Come riporta Skytg24, dopo l’arrivo delle autorità, alcuni dei manifestanti sono stati condotti, mediante automezzo della Polizia, in commissariato, per l’identificazione. Infatti, l’organizzazione della manifestazione è avvenuta senza i dovuti permessi.

Leggi anche >>> Coronavirus, 105.418 contagi e 21.645 morti in Italia: bollettino Protezione Civile – DIRETTA

Coronavirus: manifestazione di fronte al carcere di Rebibbia a Roma

Polizia
Polizia (Foto: Pixabay)

I manifestanti, come riporta Skytg24, erano sul luogo per recriminare, in modo particolare, le condizioni di detenzione dei carcerati. Buona parte dei manifestanti è stata condotta in commissariato dalla Polizia per l’identificazione.

Nel frattempo, come riporta il Messaggero, Roma sta organizzando la ripartenza per la fase 2. L’ultima idea ipotizzata è quella dei “conta-passeggeri” per i bus urbani. Al fine di mantenere le dovute distanze tra i passeggeri, Roma sta ipotizzando di inserire una segnaletica a terra sui bus e anche nelle rispettive fermate, in modo tale da evitare affollamenti. Inoltre, Roma Capitale sta cercando di mettere in atto un servizio di controllo degli utenti sui mezzi pubblici. In vista della ripartenza Roma ha lanciato l’idea di evitare il sovraffollamento in una delle situazioni più critiche per quanto riguarda l’assembramento di persone.

Potrebbe interessarti anche: Milano, nasce la prima biobanca per il coronavirus: a cosa servirà

F.A.