Coronavirus, è morto Luis Sepulveda: lo scrittore 70enne era positivo

Terribile notizia dal Cile: è morto lo scrittore Luis Sepulveda. Aveva 70 anni e, positivo al Coronavirus, era ricoverato dallo scorso febbraio

sepulveda
Si è spento all’età di 70 anni lo scrittore cileno Luis Sepulveda: era positivo al Coronavirus (Getty Images)

Arriva l’ennesima bruttissima notizia legata al Coronavirus: all’età di 70 anni, si è spento lo scrittore cileno Luis Sepulveda. Il noto autore era risultato positivo alla pandemia e ricoverato a Oviedo dallo scorso fine febbraio. Dopo quasi due mesi in ospedale, l’uomo non ce l’ha fatta e si è spento.

Autore principalmente di libri di poesia e di racconti, aveva ottenuto un grandissimo successo con “Storia di una gabbanella e di un gatto che le insegnò a volare” e “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, riapertura attività lavorative: si discute per mobilifici e tessile

Chi era Luis Sepulveda: lo scrittore attivista con l’amore per la letteratura

luis sepulveda
Grande scrittore e attivista politico: chi era Luis Sepulveda (Getty Images)

Si è spento pochi minuti fa lo scrittore cileno Luis Sepulveda. Nato a Ovalle il 4 ottobre 1949, è stato per decenni una figura di riferimento nel mondo della letteratura, guadagnandosi lo status di ‘intoccabile’. Autore di testi senza tempo come “Storia di una gabbanella e di un gatto che le insegnò a volare” ma anche di racconti legati alla lotta tra il bene e il male, l’amore, i personaggi pittoreschi, trame intrecciate e piene di ideali.

Ma Sepulveda non era solo questo. Sin da giovane si è dato all’attivismo e alla scena politica. Inizialmente nel suo Cile dove, all’età di 15 anni, già si iscrisse alla “Gioventù comunista”. A seguito del colpo di stato di Pinochet, Sepulveda venne rinchiuso per mesi in una cella minuscola sotto controllo e torturato. Fu Amnesty International a permetterne la scarcerazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Coronavirus arricchisce Jeff Bezos: 24 miliardi da inizio emergenza