Coronavirus, lutto nel mondo del jazz: è morto Lee Konitz

Altra brutta notizia legata al Coronavirus: è morto all’età di 92 anni Lee Konitz, leggenda del mondo jazz che ha appassionato milioni di persone

lee konitz
È morto Lee Konitz, leggenda della musica jazz (websource)

A pochi minuti dalla notizia della morte di Luis Sepulveda, un’altra bruttissima notizia colpisce il mondo della musica: è morto Lee Konitz, da tempo positivo al Coronavirus. Uno dei grandi nomi del jazz mondiale, Konitz avrebbe compiuto 93 anni il prossimo ottobre. È stato il figlio John ha dare il triste annuncio. L’uomo era ricoverato al Lenox Hill Hospital di New York, ma a nulla è servito l’aiuto dello staff medico. Conosciuto principalmente per aver lavorato con Davis a “Birth of the cool“, capolavoro senza tempo nel mondo della musica, aveva suonato anche più volte in Italia.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, è morto Luis Sepulveda: lo scrittore 70enne era positivo

Chi era Lee Konitz, uno dei grandi della musica jazz

lee konitz
Chi era Lee Konitz, leggenda della musica jazz (websource)

Nato a Chicago il 13 ottobre 1927, Lee Konitz è stato per generazioni una figura di riferimento nella musica jazz mondiale. A causa del Coronavirus, è morto all’età di 92 anni, lasciando un grande vuoto nel mondo della musica. Iniziò a fare musica negli anni quaranta, suonando con grandissimi nomi come Miles Davis (con cui incise “Birth of the cool“), Petrucciani, Mingus e Evans, solo per nominare alcuni dei grandissimi personaggi con cui ha collaborato.

Lee Konitz aveva anche suonato parecchie volte in Italia. L’Umbria Jazz lo ha avuto ospite per parecchie edizioni, nelle quali ha avuto la possibilità di suonare con Enrico Rava, Ornella Vanoni e Enrico Pieranunzi. Ha partecipato anche diverse volte al Barga Jazz, che ha registrato centinaia di fan accorsi per sentirlo suonare. Ritiratosi dalle scene all’età di 82 anni, il suo nome è rimasto (e rimarrà) nella bocca di tutti gli appassionati del genere jazz.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, ministra Bonetti propone: “Riapriamo parchi per bambini”