Coronavirus, in Gran Bretagna positivo 1/3 del personale sanitario testato 

Coronavirus, dato scioccante nel Regno Unito. Secondo quanto riferito dal Governo, è risultato positivo 1/3 del personale sanitario testato. Le Istituzioni corrono ai rimedi: ecco come. 

Coronavirus in Piemonte
Coronavirus in Piemonte (photo Gettyimages)

Un terzo del personale sanitario britannico testato è positivo al coronavirus. Il dato choc, annunciato dal governo, è riportato dal tabloid CNN. Secondo quanto riportato, su 16.888 persone valutate, 5.733 sarebbero risultate contagiate dal Covid-19.

Coronavirus, 1/3 del personale sanitario positivo

Ovvero il 34% dell’intero gruppo valutato, con numeri destinati ad aumentare ancora di questo passo. Ed è per questo – spiega il quotidiano on line – che le Istituzioni ora sono state messe sotto pressione. Il pressing mediatico e non solo pretende che aumentino i test per il lavoratori sanitari, i quali rischiano di contagiare anche i familiari.

Si segnala inoltre anche la mancanza di mezzi di protezione individuali, come camici e mascherine che spesso anche non sono state sufficienti per la mole e le ore ininterrotte di lavoro. Oltre a correre ai riparti in tal senso, Matt Hancock, ministro della sanità, ha assicurato che il nuovo obiettivo sarà sottoporre al test qualunque persona che lavori presso strutture sanitarie. Anche coloro che non presentano sintomi.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, l’Aifa autorizza lo studio sull’anticoagulante eparina

Regno Unito che, con oltre 88 mila contagiati e 11 deceduti, è diventato il 6° Paese al mondo per casi totali. Davanti vi sono solo Stati Uniti, Spagna, Italia, Germania e Francia. Il Premier Boris Johnson, nel frattempo, è stato dimesso proprio due giorni fa dall’ospedale St. Thomas Hospital. “Vi devo la vita, non potrò mai ringraziarvi abbastanza per quello che avete fatto“, ha riferito il politico ai medici che lo hanno aiutato a rimettersi.