Coronavirus Francia, record di morti in un giorno: lockdown più lungo

Coronavirus Francia, record di morti in un giorno: sono 762 nelle ultime 24 ore e il lockdown generale andrà avanti anche oltre l’11 maggio

Parigi Coronavirus
Parigi è diventata una città deserta (Getty Images)

Coronavirus Francia, per ora le misure prese dal governo Macron non stanno dando nessun effetto concreto. Anzi, nelle ultime 24 ore è stato registrato il numero record di morti dal 1° marzo scoerso. Sono ben 762 che portano a 15.729 il bilancio delle vittime. In particolare 10.129 decessi negli ospedali e 5.600 nelle case di riposo, come ha precisato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon.

In tutto quasi 140mila casi di contagio in tutto il Paese anche se per il sesto giorno consecutivo sono più i pazienti usciti dalla rianimazione di quelli entrati. In tutto comunque attualmente ce ne sono 6.730. E l’impressione è che il lockdown annunciato ieri dal presidente Emmanuel Macron fino alol’11 maggio non basterà per far uscire la Francia dall’emergenza. Un discorso seguito da quasi 37 milioni di persone che non è servito però a rassicurare in maniera chiara i francesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, italiani all’estero: “In Francia non si sono resi conto della gravità”

Corionavirus in Francia, tempi lunghi e ne risentono anche Cannes e il Tour

Francia Coronavirus bilancio
Francia, il bilancio per il Coronavirus si aggrava (Getty Images)

Le idee del governo in Francia sono chiare. Alla fine del lockdown, almeno per ora, prevista anche una riapertura scaglionata delle scuole. Ma oggi il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquier, intervistato da ‘France 2’ ha frenato gli entusiasmi. Le aule non saranno riaperte da un giorno all’altro e, anzi, viene considerata in rischio inutile da correre.

Alcune parti del governo, la anche lo stesso Macrcon, spingono per far tornare gli alunni a scuola anche per aiutare i bambini delle fasce sociali più deboli. Al momento però lì come in Italia non esistono certezze sulla loro sicurezza. E così il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, sembra posticipare anche la fine della chiusura per la serrata generale.

“L’11 maggio è una data obiettivo – ha dichiarato a ‘France Inter’ – e una data ancora da conquistare attraverso il rispetto del confinamento”. Ma serve ancora una volta la massima disciplina. E comunque il governo con i suoi esperti dovrà aggiornarsi settimana per settimana in modo da prendere una decisione.

 Emmanuel Macron presidente Francia Coronavirus
Il presidente francese Emmanuel Macron (Getty Images)

Intanto comunque due manifestazioni simbolo sul territorio hanno subito pesanti conseguenze. Gli organizzatori del ‘Festival di Cannes‘ hanno comunicato che il rinvio ad inizio luglio potrebbe non bastare. Così il Festival non potrà andare in scena nella sua forma originale, ma in qualche modo ci sarà anche se non è ancora chiaro come. Stesso discorso per il Tour de France che è stato nuovam ente posticipato. Secondo gli organizzatori potrebbe andare in scena dal 29 agosto al 20 settembre con l’ultima tappa a Parigi. Uno slittamento che inciderà anche sulle altre due grandi corse a tappe del ciclismo. Sempre più probabile che il Giro d’Italia parta ai primi di otobre.