Coronavirus, Bonus 600 euro Inps: “Accreditati a un milione di persone”

Il governo afferma che per un milione di persone il bonus dell’Inps di 600 euro è già arrivato. In settimana tutti gli altri

Bonus 600 euro Inps
Bonus 600 euro, variazioni in corsa (Getty Images)

Gli italiani hanno dovuto attendere più di un mese, ma finalmente la questione del bonus di 600 euro erogato dall’Inps per il Coronavirus sembra essersi sbloccata. Molti lavoratori autonomi dovrebbero già aver ricevuto l’indennità prevista dal decreto “cura Italia“: il governo ha infatti affermato, tramite una nota ufficiale, che per un milione di persone il bonus è stato già accreditato sul conto corrente. Per gli altri 3 milioni che hanno fatto la domanda bisognerà attendere ancora qualche giorno: il sussidio arriverà tra il 15 e il 17 aprile. Chi non ha ancora proceduto, può farla sul sito dell’Inps.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus 600 euro Inps, il sito va in titl: che cosa è successo

Coronavirus, Bonus 600 euro Inps: al via anche la Cassa Integrazione

bonus 600 euro inps
In arrivo il bonus di 600 euro erogati dall’Inps per il Coronavirus

La platea stimata per l’erogazione del sussidio di 600 euro è di 5 milioni di lavoratori autonomi, per un totale di 3 miliardi stanziati. Per un milione di persone tra partite Iva, commercianti, artigiani, stagionali, agricoli, co.co.co., e lavoratori dello spettacolo il bonus è arrivato. Per i restanti, rimasti ancora senza soldi, bisognerà attendere ancora qualche giorno. Per il mese di maggio il governo prevede che i tempi siano più brevi e pensa di aumentare questa somma da 600 a 800 euro. Buone notizie arrivano anche per i beneficiari della Cassa Integrazione.

LEGGI ANCHE >>> Bonus 600 euro, Gualtieri: “Erogati entro la prossima settimana, a maggio tempi più brevi”

L’Inps finora ha raccolto le domande di Cig in deroga da parte di 11 Regioni e sta provvedendo ai primi pagamenti. Inoltre il governo ha affermato che, grazie alla convenzione stipulata tra Inps, Abi (associazione bancaria italiana) e sindacati i lavoratori sospesi a causa del Covid potranno ricevere un anticipo della Cassa Integrazione, ordinaria o in deroga, di 1.400 euro. Infine, per quanto riguarda il congedi parentali e bonus baby sitter, il governo afferma che per i primi sono stati retribuiti per la grande maggioranza, mentre per gli altri i pagamenti dovrebbero arrivare entro il 15 aprile.