Bonus 600 euro, Gualtieri: “Erogati entro prossima settimana, più rapidi a maggio”

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha parlato del Bonus di 600 euro affermando che verrà erogato entro la prossima settimana

Bonus 600 euro, Gualtieri
Bonus 600 euro

Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia, ha fatto un importante annuncio ai microfoni del Tg3 dopo le pesanti critiche piovute riguardo il bonus di 600 euro. “So che in queste ore all’Inps si stanno erogando finalmente i 600 euro che dovrebbero essere assegnati tutti entro la prossima settimana, a maggio saremo più rapidi”.

Non è stato, però, questo l’unico tema. Il fondo di prestito, il Mes e l’Eurogruppo le altre domande alle quali Gualtieri ha dato una risposta.

Non solo il bonus da 600 euro, via anche ai prestiti ‘grandi’

Bonus 600 euro, Gualtieri
Bonus 600 euro

Accelerata anche per i prestiti alle imprese: “Per quanto riguarda i prestiti grandi quelli con la garanzia di Sace, stiamo lavorando molto intensamente. Le banche la settimana prossima avranno già le regole d’ingaggio e potranno avviare e processare le domande. In poco tempo, entro la fine del mese, le garanzie potranno essere concesse e i prestiti erogati. Una rapidità senza precedenti per mettere in campo misure straordinarie per sostenere la liquidità delle famiglie e delle imprese”.

Poi spiega quali sono i punti deboli del Mes che il governo non ha accettato: “Abbiamo sempre detto che il Mes non ha la dimensione adeguata per mettere in campo risorse necessarie, tra 1 e 1,5 trilioni”.

Sulle proposte dell’Ue tra cui il Mes: “Ci stiamo concentrando sugli eurobond e sul fondo per la rinascita dell’Europa, abbiamo detto che non abbiamo bisogno del Mes, ma ci siamo impegnati perché offra a tutti i paesi che ne faranno richiesta, c’erano molti paesi interessati, delle risorse senza nessuna condizionalità”.

Spiega poi nel dettaglio che l’Italia punta ad altro, rispetto a quanto proposto dall’UE: “Questa è la proposta che l’eurogruppo mette sul tavolo del Consiglio europeo, che dovrà decidere se si potrà attivare per i paesi che fanno richiesta di questa linea di credito senza nessuna condizionalità. Ma l’Italia punta a un obiettivo più ambizioso: il fondo per la rinascita dell’Europa, e ci impegneremo con determinazione per realizzarlo”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, Mattarella: “Pasqua diversa, penseremo tanto” – VIDEO