Coronavirus, Walter Ricciardi: “Un disastro riaprire subito”

Coronavirus: il consigliere del ministro della Salute, Walter Ricciardi, si è espresso in merito all’attuale situazione di emergenza in Italia.

Walter Ricciardi
Walter Ricciardi (photo screenshot da Facebook)

Nell’ambito di un’intervista a la Repubblica, il medico Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, ha fatto il punto sull’attuale situazione italiana, stroncando l’ipotesi di una riapertura in breve tempo. Bisogna avere pazienza, ha fatto sapere Ricciardi, soprattutto perché adesso iniziano le festività e riaprire in questo momento rappresenterebbe un vero e proprio disastro. Walter Riccardi fa parte della Commissione della Protezione Civile e, insieme a tutto il team, ha dato il suo parere tecnico sulle eventuali riaperture.

Ricciardi, durante la sua intervista a Repubblica, fa sapere che l’Italia è ancora nel pieno dell’emergenza. Secondo l’esperto si è infatti diffusa un’idea errata sull’andamento dell’epidemia. Al momento, ribadisce Ricciardi, c’è stata la diminuzione dell’aumento dei casi, ma finché la curva non sarà in discesa, non possiamo stare tranquilli. Ed è giusto, continua l’esperto, dire la verità agli italiani: al momento niente è ancora finito e bisogna aver pazienza, restando a casa.

Leggi anche >>> Coronavirus, 96.877 contagi e 18.279 morti in Italia: negli Usa altri 1.783 morti – DIRETTA

Coronavirus: le parole dell’esperto Walter Ricciardi

Coronavirus in Sicilia
Coronavirus, presto per riaprire (photo Gettyimages)

Nel corso della sua intervista a Repubblica, Ricciardi ha fatto riferimento a Wuhan, città del primo focolaio. La curva, in Italia, sta calando in maniera più lenta perché le norme di restrizione e di isolamento sociale, sono meno drastiche rispetto alla Cina. Ma c’è da sottolineare , sostiene Ricciardi, che a Wuhan hanno agito con misure che qui da noi sarebbero inconcepibili.

È ancora presto, questo il forte messaggio che lancia Walter Ricciardi. Come riporta Repubblica, l’esperto, insieme all’equipe del Comitato, non ha nemmeno pensato a quando avviare le aperture scaglionate, proprio perché tutti quanti devono prestare attenzione a quanto sia ancora presto. Solo alcune attività, nel corso del mese, potranno provvedere ad una riapertura.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Indonesia: così il parrucchiere continua a lavorare

F.A.