Coronavirus, sale a 100 il numero dei medici morti in Italia

Cresce ancora il numero dei medici che, dall’inizio dell’epidemia, muoiono dopo essere risultati positivi al coronavirus

Coronavirus, lo studio sui casi di terapia intensiva

Continua a crescere il numero dei medici che muoiono dopo aver contratto il coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono deceduti altri quattro professionisti, a comunicarlo è la Fnomceo (Federazione nazionale degli ordini dei medici). L’ultima vittima è stata Samar Sinjab, medico di Mira (Venezia) di 62 anni. Gli altri tre sono Marzio Zennaro, Tahsin Khrisat e Mario Rossi.

Ai medici si aggiungono 26 infermieri e cinque ausiliari morti nei giorni scorsi dopo aver contratto il virus nei vari reparti.

Coronavirus, parla il presidente della Federazione dei medici

A parlare della questione è il presidente della Federazione, Filippo Anelli, che ha detto: “Si è deciso di includere tutti i medici, pensionati o ancora in attività, perché per noi tutti i medici sono uguali. Alcuni dei medici pensionati, inoltre, erano rimasti o erano stati richiamati in attività; alcuni avevano risposto a una chiamata d’aiuto. Non si smette mai di essere medici”.

“Cento colleghi morti. Una ferita sulla pelle di tutti i medici. Mai avremmo pensato di arrivare a tanto. Questi numeri devono far riflettere chi doveva tutelarci.

E’ opportuno riflettere su quanto questo virus ci abbia colti impreparati e sul fatto che garantire la sicurezza sul lavoro è un dovere dello Stato che i medici di famiglia hanno pagato il tributo più pesante perché sono stati lasciati soli a combattere a mani nude contro il virus. Si sono ammalati perché sono stati contagiati visitando i loro pazienti”.

Non manca anche il commento di Walter Ricciardi, membro del Comitato esecutivo dell’Organizzazione italiana della sanità (Oms) e consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, per l’emergenza Covid19, che ha definito tragico il numero di decessi.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus: nuove strette in Sicilia, no a cibo a domicilio a Pasqua