Ponte crollato, il sindaco di Aulla: “Per l’Anas non aveva problemi” 

Ponte crollato, duro sfogo del sindaco di Aulla. Roberto Velettini, infatti, svela le insistenti segnalazioni e le risposte vaghe dell’Anas per la quale il viadotto non aveeva problemi. 

Ponte crollato
Ponte crollato (photo screenshot)

Un incubo che si ripete, ma questa volta senza stragi. La fortuna nella sfortuna: l’isolamento forzato da Covid-19, infatti, ha contribuito affinché non ci fosse il solito traffico sul ponte di Albiano crollato questa mattina nel silenzio generale.

Una tragedia annunciata – una delle tante – che il sindaco di Aulla ora rivendica con amarezza. Roberto Velettini, primo cittadini della località in provincia di Massa-Carrara in Toscana, ha infatti rivelato ai microfoni di SkyTg24 le numerose segnalazioni per un pronto intervento mai arrivato davvero.

Ponte crollato, il sindaco racconta le segnalazioni a vuoto

Ed è inevitabilmente indignato nel raccontare quanto accaduto nei mesi scorsi prima di questa tragedia sfiorata: “Nel 2018, dopo il crollo del Ponte Morandi, il 16 di agosto scrivo una lettera all’ANAS perché faccia una ricognizione di tutti i viadotti di sua competenza. Dopodiché chiedo degli incontri e dei sopralluoghi”. 

Risultato? Nessuno. Solo un contentino di facciata per l’amministrazione: “Mi scrivono che tutto va bene – continua il sindaco – , che non ci sono cose. Io chiedo delle indagini penetrometriche e loro mi scrivono a novembre scorso dicendomi che va tutto bene e che non dovessi insistere”. 

Non contenta, l’azienda è anche apparsa quasi indispettita: “Mi hanno così mandato anche la fotocopia la lettera dell’agosto 2019 come a dire, non continui sindaco a darci noia. Sono poi tornati a novembre ma hanno messo solo un po’ di asfalto dicendo che era una crepa superficiale”. 

Sappiamo benissimo, adesso, come è finita. Nel pieno della pandemia che affligge il mondo, l’Italia continua a crollare a pezzi attraverso le proprie infrastrutture abbandonate a se stesse. Nonostante segnalazioni e crepe vistose, come quelle più volte evidenziato da istituzioni locali e cittadini. Ma nulla da fare: abbiamo dovuto assistere a un altro disastro per trovare forse una soluzione.