Coronavirus, Sardegna: Solinas si è espresso sulla questione vacanze

Coronavirus: il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas si è espresso in merito alla delicata questione vacanze.

Sardegna
Sardegna (photo Gettyimages)

La notizia, riportata da Cagliaripad.it, fa riferimento alla delicata questione delle Vacanze in Sardegna. Il presidente della Regione, Christian Solinas, spera che si possano salvare almeno i mesi di agosto e settembre, mesi che, tradizionalmente hanno segnato i picchi maggiori per il turismo sardo. Al momento, come annunciato dal presidente della Regione, la prospettiva di prenotazioni per la Sardegna è quanto mai remota e complicata.

Nell’ambito della sua intervista a Rai Radio 1, riportata da Cagliaripad.it, il presidente Solinas ha parlato anche della prospettiva di riapertura. Infatti, il governatore sardo ha dichiarato di concepire una prima fase di riapertura diretta in primo luogo al traffico nazionale, infatti, in Sardegna è chiuso sia il traffico via mare, sia il traffico aereo.

Leggi anche >>> Coronavirus, 94.067 contagi e 17.127 morti in Italia: numeri in calo – DIRETTA

Coronavirus: governatore Sardegna parla del turismo

Olbia Terremoto
Sardegna (Foto: Pixabay)

Come riportato da Cagliaripad, un altro tema importante toccato dal governatore Solinas riguarda la necessità di salvaguardare le imprese nel settore del turismo. Infatti, al fine di superare questo delicato periodo, fino alla riapertura, è necessario che l’industria delle vacanze sia sollecitata, dal momento che, come riporta il governatore, il turismo sardo rappresenta l’8% del Pil e l’indotto che ne deriva rappresenta invece il 6%. Questo significa chei l 14% del nostro Pil, in questo particolare periodo, è totalmente bloccato. Da qui l’idea di supportare l’industria del viaggio in Sardegna.

In merito alla situazione Sardegna, come riporta Lanuovasardegna.it, si è espresso l’esperto virologo Burioni, docente all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.  Il docente ha sostenuto che nella Regione si può pensare ad una riapertura per gradi. “L’idea di creare aree pilota circoscritte, è realizzabile”, ha sostenuto Roberto Burioni.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Conte ed il Comitato Scientifico studiano la Fase 2

F.A.