Coronavirus, le escort passano alle videochat erotiche: Roma al primo posto

Le escort, durante quest’epidemia da coronavirus, passano anche loro allo smart working: Roma prima per videochat erotiche

In questo periodo di quarantena causa coronavirus anche le escort si stanno riorganizzando a livello lavorativo. Sono passate anche loro allo smart working che consiste, principalmente, nelle videochat erotiche. In questo caso, a farla da padrone, è Roma. La capitale infatti resta la principale città in cui si alimenta questo mercato.

Coronavirus, le squillo passano allo smart working: i dati di Escort Advisor

Dal portale Escort Advisor fanno sapere che il “20% delle escort romane sta offrendo un servizio di videochiamata, cosa che rende la Capitale al primo posto nel ricorso a questo strumento”. Seguono Milano con il 12%, Verona con l’11%, Bologna e Napoli con il 10%. Sul sito leader del settore in Italia, il traffico è aumentato nel corso dell’ultima settimana. Dalla capitale si registra un +15%, quasi il doppio di Milano che porta un +8%.

Escort Advisor fa anche il punto su quello che cercano i clienti: “Vogliono informarsi e continuare ad avere notizie sul mercato e sulle professioniste, vogliono restare aggiornati in attesa di poter uscire di nuovo in sicurezza. Questa tendenza si nota a mano a mano che ci si avvicina alla possibilità che la situazione venga sbloccata e quindi vicino ai giorni di fine blocco annunciati dai vari decreti”.

I romani inoltre, rispetto agli altri, fanno ricerche molto mirate. Sono diminuiti infatti i numeri di quelli che partono con ricerche generiche su Google, dato che invece cresce nelle altre città.

Prostituzione minorile

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, American Airlines taglia i voli fino all’autunno