Coronavirus, positiva una tigre dello zoo del Bronx a New York

Altro caso di positività da Coronavirus nel mondo animale, infatti allo zoo del Bronx a New York, una tigre sarebbe risultata positiva al virus.

coronavirus tigre
Positiva un tigre allo Zoo di New York (via Pixabay)

Il Coronavirus si dimostra sempre più letale e facile da contrarre, non solo nell’uomo, ma anche negli animali. La notizia che sta facendo il giro del mondo nelle ultime ore, infatti, sarebbe proprio quella della positività di una tigre, allo zoo del Bronx a New York.

La tigre infatti è stata sottoposta al test per vedere la positività e con tutta sorpresa dei medici è risultata positiva al Covid-19. Una positività che stupisce e che fa capire che questo virus può essere trasmesso anche al mondo animale.

Coronavirus, chi è la tigra positiva al Covid-19

Coronavirus Tigre
Una pubblicità dello Zoo di New York allo Yankee Stadium (via Getty Images)

Secondo le prime indiscrezioni, la tigre positiva al virus si chiamerebbe Nadia ed è una malesiana di 4 anni. Con il contagio da parte di Nadia, si sono ammalate altri sei animali, tre tigri e tre leoni.

I primi sintomi del virus si sono verificati il 27 marzo, quando la malesiana Nadia è stat ricoverata. In merito al caso di contagio nelle tigri, il direttore dello zoo, Jim Breheny ha dichiarato: “Non ci posso credere“.

La positività della tigre ha fatto sorgere alcune domande agli esperti nel campo sanitario. Il dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti, infatti, ha confermato che prima di Nadia non c’era nessun caso di positività tra gli animali nell’intero paese.

Crescono così le domande degli esperti nel mondo della medicina. Inoltre al momento si pensa che ad infettare Nadia sia stato uno dei dipendenti del giardino zoologico. Al momento sono sotto stretta osservazione le altre tre tigri e tre leoni, sospettati di aver contratto il Covid-19.

Da oggi, inoltre, tutti i dipendenti dello Zoo del Bronx lavoreranno muniti di mascherina, per evitare altri contagi anche tra gli animali.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca Estera, CLICCA QUI !