Coronavirus, rivolta nel carcere casertano: occupato un reparto

Coronavirus, Caserta: nella serata di ieri si è verificata una rivolta nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Ad innescarla, la notizia di un detenuto positivo.

Carcere
Carcere (photo Pixabay)

La notizia è stata riportata dall’agenzia di informazione Ansa: nella serata di ieri, intorno alle 20:30, si è verificata una  rivolta nell’istituto penitenziario di Santa Maria Capua Vetere, a Caserta. La rivolta, a cui hanno preso parte circa 150 detenuti, è stata innescata dalla notizia di un detenuto positivo al Coronavirus.

In base a quanto leggiamo dalla fonte, i detenuti si sarebbero impossessati, nella serata di ieri, del Reparto Nilo, sotto il controllo della Polizia Penitenziaria. Immediato l’intervento delle autorità che si sono appostate all’esterno della struttura, con l’aiuto di un elicottero per la sorveglianza a 360 gradi del carcere.

Leggi anche >>> Coronavirus, 91.246 contagi e 15.887 morti in Italia. Boris Johnson ricoverato – DIRETTA

Coronavirus: rivolta nel carcere casertano

Prigione carcere
Prigione carcere (via Pixabay)

In base a quanto leggiamo dall’agenzia di informazione Ansa, la rivolta si è innescata al termine dell’ora d’aria. Un gruppo di circa 150 detenuti, al termine dell’ora, ha letteralmente occupato uno dei reparti dell’istituto penitenziario. La notizia di un detenuto positivo al CoVid-19 sembra essere la causa dell’innesco.

Le forze dell’ordine si sono immediatamente messe all’opera e hanno messo sotto controllo tutta la zona esterna del carcere casertano. Nel frattempo, i vertici del carcere hanno iniziato un’opera di mediazione e, in base a quanto leggiamo dalle fonti, la sommossa è rientrata. La rivolta causata dall’apprendimento della notizia di un carcerato positivo al Coronavirus è iniziata intorno alle 20,30 di ieri e si è conclusa intorno alla mezzanotte. Ad ogni modo, l’intera struttura è sempre stata sotto severa sorveglianza delle forza dell’ordine, anche attraverso l’importante contributo di un elicottero che ha sorvolato l’intera struttura per tutta la durata della sommossa.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, la ministra Bonetti: “Programmiamo ora la ripartenza”

F.A.