Cina, 20mila turisti per le Montagne Gialle: virus alle spalle

Cina, 20mila turisti erano pronti a vedere da vicino le famosissime Montagne Gialle. Un assembramento enorme dopo la pandemia di coronavirus.

Cina turisti
Cina turisti (screenshot via Twitter)

Il coronavirus continua a distruggere famiglie ed amicizie in tutto il mondo. La situazione per la gestione del COVID-19, infatti, è ancora parecchio critica. Il picco sta man mano avvicinandosi per tanti Paesi d’Europa, mentre in America siamo solo agli inizi. Ma il numero di persone che non ce l’hanno fatta sono decine di migliaia e questo non può che far preoccupare tutti. I governi sono alle prese con delle battaglie interne per cercare di capire il modo migliore per affrontare la pandemia. Quasi tutti, tranne la Cina.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, 93.187 contagi e 16.523 morti in Italia: terapie intensive in calo – DIRETTA

Cina, 20mila turisti per le Montagne Gialle: virus alle spalle

Il Paese asiatico, culla del covid-19, è infatti uscito dall’epidemia. Dopo tanti morti ed enormi risorse investite per isolare Wuhan, la Cina di Xi Jinping è ora un posto molto più sicuro. A confermarlo sono i ben 20mila visitatori che sono accorsi alle Montagne Gialle dopo che chi gestisce i tour aveva messo i biglietti gratis. Pensava di attirare qualche curioso, ed invece si è ritrovato un’ondata di persone in fila il proprietario, che ha quindi comandato la chiusura del percorso. E’ comunque un segnale positivo, di una Cina che pare essere faro per i Paesi che ancora devono uscire dal coronavirus.

#China, the scars are forgotten

After Anhui Huangshan announced its re-opening, it attracted tens of thousands of people. pic.twitter.com/wlcDVZ0qhC

— Harry Chen PhD (@PhdParody) April 6, 2020