Roma, uccide a coltellate il fratello: il motivo

Due coltellate e casca al suolo. A Roma un uomo uccide suo fratello

Roma uccide il fratello
(photo Getty Images)

Prende a coltellate, per due volte, il fratello e lo uccide. Questo il tremendo epilogo di una mattinata a Ciampino, provincia di Roma, dove un uomo di 48 anni ha ucciso suo fratello di 56. I due vivevano con la madre disabile, la follia è avvenuta nelle prime luci del mattino. Il motivo è sconcertante: l’uomo di 56 anni faceva troppo rumore in cucina preparandosi il caffè. Questo è quanto emerso dai primi accertamenti dei Carabinieri accorsi sul posto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Foggia, intimidazione per un Carabiniere: a fuoco auto privata

Uccide il fratello a coltellate, è in caserma

Uccide fratello a coltellate
(Getty Images)

L’uomo si trova presso la caserma dei Carabinieri di Ciampino portato dai militari del Nucleo Investigativo di Castel Gandolfo, dove lo stanno interrogando. Anche il magistrato della procura della Repubblica di Velletri è arrivato sul posto per fare l’autopsia al corpo che è stato portato all’istituto di medicina legale di Tor Vergata. Inspiegabile ciò che è avvenuto nelle prime ore del mattino in Via Cagliari, a Ciampino, ma l’uomo è stato arrestato per omicidio volontario.

A Roma non si sta tranquilli neppure col Coronavirus in giro, anzi, la scorsa notte c’è stato un blitz dei Carabinieri che hanno sorpreso un uomo di 39 anni a vendere droga all’interno del suo taxi. Come riporta Fanpage, l’uomo era fermo a bordo strada, quando si è avvicinato un ragazzo. I due sono stati qualche minuto nell’autovettura e poi il ragazzo si è allontanato. La faccenda ha insospettito le autorità che si sono immediatamente recate dai due uomini, trovati con diverse dosi di cocaina.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno successivamente approfondito le ricerche, recandosi nell’abitazione del tassista. Dopo un’accurata verifica, le forze dell’Ordine hanno rinvenuto 65 involucri e un totale di 29mila euro in contanti, soldi derivati dalle losche operazioni. I Carabinieri hanno immediatamente arrestato sia il tassista che il “cliente”.