Donald Trump silura l’ispettore generale dell’intelligence Atkinson

L’ira di Donald Trump non si placa nemmeno durante l’emergenza Coronavirus. Il presidente americano ha silutato l’ispettore generale Atkinson.

Donald Trump
Silurato l’ispettore generale dell’intelligence (photo Getty Images)

L’emergenza Coronavirus non ferma l’ira di Trump, ancora indispettito per la vicenda dell’impeachment. Infatti nonostante l’epidemia da Covid-19 stia invadendo gli Stati Uniti, il 45esimo presidente degli Stati Uniti ha trovato del tempo per sistemare alcune faccende personali.

Infatti Donald Trump, questa mattina, ha silurato Mitchael Atkinson, ispettore generale dell’intelligence Usa. Atkinson fu il primo ad allerta il congresso sull’esistenza della denuncia di una talpa. Questa denuncia portò successivamente al processo per impeachment del presidente americano.

Nel silurarlo il presidente americano è stato glaciale, ed ha affermato via lettera: “Non ha più la mia fiducia“. La lettera, partita dalla Casa Bianca, è stata reperita dal Congresso.

Donald Trump, i rapporti con l’Ucraina la telefonata incriminata

Donald Trump
Il processo per impeachment del presidente americano (Foto: Getty)

A mettere sotto processo il 45esimo presidente americano, ci pensò la telefonata con il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelenskij. Secondo il Congresso, infatti, la conversazione telefonica tra i due presidenti poteva mettere in pericolo il paese a stelle e strisce. Per il Congresso, tale telefonata, rendeva vano il tentativo di scoprire delle interferenze straniere durante l’elezioni americane.

Così partì la denuncia di un agente dello 007, l’informatore anonimo. Secondo alcune indiscrezioni l’agente faceva parte della CIA ed era in servizio alla Casa Bianca. Quest agente segreto, lo scorso 12 agosto, presentò il suo rapporto all’Ispettore generale dell’Intelligence, Michael Atkinson.

Il generale dell’intelligence americano comprese la gravità della situazione e decise di sottoporre il documento al Congresso. L’accusa ai danni di Donald Trump, però si arenò negli uffici della Nsa, ossia l’agenzia per la sicurezza nazionale. A far arenare definitivamente l’inchiesta ci pensò Joseph Maguire, diretore ad interim inserito dopo il licenziamento di Dan Coats, sgradito a President Trump.

Così nella giornata odierna è arrivato il licenziamento di Atkinson, con un Trump che, ancora una volta, si dimostra spietato nonostante un’emergenza nazionale in corso.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca Estera, CLICCA QUI !