Coronavirus, lo sfogo del pres. Cellino: “Non schiero la squadra”

Dopo le proposte di tornare a giocare non appena sedata l’emergenza Coronavirus, arriva il duro sfogo del presidente del Brescia, Massimo Cellino.

Coronavirus Cellino
Il duro sfogo del presidente del Brescia (via Getty Images)

Parole forti e dure quelle di Massimo Cellino, presidente del Brescia, dopo la proposta della Uefa di tornare a giocare non appena finisca l’emergenza da Coronavirus. Il presidente del Brescia infatti ha tuonato contro tutti dai massimi vertici del calcio europeo fino al presidente della Lazio, Claudio Lotito.

Durante un’intervista a La Gazzetta dello Sport, Cellino prende male le proposte della Uefa, affermando: “Mi dica la verità, mi sta prendendo in giro? O stanno prendendo in giro anche lei… Cos’è, un pesce d’aprile? Sono inattuabili ed irresponsabili le linee guida dell’Uefa“.

A causa del Coronavirus, per Cellino quest anno il campionato non deve riprendere. Le ragioni del presidente del Brescia sono tante, ma il suo discorso si basa specialmente su due pilastri: il rispetto della salute e la salvezza del sistema calcio.

Cellino ha poi ribadito che la stagione si deve chiudere il 30 giugno, data in cui verranno presentati i bilanci alla Uefa. Per il Presidente i massimi esponenti della Uefa sono arroganti, facendo notare la poca utilità all’emergenza sanitaria mondiale.

Coronavirus, Cellino si scaglia contro Claudio Lotito

Coronavirus Brescia
Il presidente del Brescia contro Lotito (via Getty Images)

Ma lo sfogo di Cellino non ha colpito solamente l’argomento Uefa, infatti il presidente del Brescia si è scagliato anche contro Claudio Lotito, presidente della Lazio. Massimo Cellino toccando l’argomento ha annunciato che la riunione di lega sarà il solito casino e che della salute delle persone non frega a nessuno quando in ballo ci sono gli interessi.

Il patron del Brescia ha poi riportato un clamoroso aneddoto, secondo il quale Lotito si sarebbe scagliato contro di lui dicendo: “Tu non vuoi giocare per salvarti“. Una frase che ha colpito Cellino che ha risposto a tono, facendo notare al numero uno della Lazio che l’unico motivo per cui vuole giocare è perchè è in lotta per lo scudetto.

Se mai riprendesse la stagione nonostante l’emergenza Coronavirus, Cellino ha già annunciato di essere sul piede di guerra, affermando che non schiererà la formazione, perdendo tutte le partite 3-0.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo dello Sport, CLICCA QUI !