Juventus: dopo nove giorni, ancora sintomi per Dybala

Juventus: sono passati nove giorni dal risultato del test del CoVid-19 per Paulo Dybala. La fidanzata rivela che l’attaccante accusa ancora sintomi.

Dybala coronavirus
Dybala accusa ancora sintomi da Coronavirus (Gettyimages)

Nell’ambito di un’intervista presso Caras, rivista portoghese, Oriana Sabatini, compagna dell’attaccante della Juventus, ha dichiarato che Paulo Dybala accusa ancora i sintomi del Coronavirus. Come riporta Repubblica, la Sabatini ha confermato che lei è in ottimo stato di salute e non accusa più alcun sintomo, mentre per il suo compagno la fine del tunnel è ancora lontana. Paulo Dybala e Oriana Sabatini erano risultati positivi al tampone per Coronavirus nove giorni fa, dopo aver effettuato i test a seguito del contagio del compagno di squadra, Daniele Rugani. La compagna dell’attaccante, come riporta Repubblica, ha sostenuto che i medici hanno raccomandato all’attaccante di non allenarsi e che, tuttavia, non hanno dato loro farmaci, ma integratori ed effervescenti. Oriana Sabatini ha già fatto un test negativo, ora è in attesa del secondo per dichiararsi ufficialmente guarita dal Coronavirus.

Leggi anche >>> Coronavirus, Borrelli: “Picco raggiunto, vietato abbassare la guardia”

Juventus: oltre a Dybala, anche Matuidi in isolamento

Blaise Matuidi
Blaise Matuidi (photo Gettyimages)

Come riporta Repubblica, Oriana Sabatini ha rivelato che, insieme al compagno Dybala, avevano pensato di rifugiarsi a Dubai, dove la situazione è nettamente diversa rispetto all’Italia, quando ancora la situazione lo permetteva. Successivamente l’attaccante della Juventus e la sua compagna hanno deciso di rimanere in Italia. La Sabatini ha poi dichiarato che, al momento, l’unica cosa da fare è quella di rimanere a casa, nell’attesa che tutto finisca.

Intanto, è stato prolungato il periodo di quarantena per il centrocampista della Juventus Blaise Matuidi. L’annuncio arriva direttamente dal profilo Instagram della moglie Isabelle, che ha parlato di un prolungamento di 15 giorni per la quarantena di tutta la famiglia. Blaise Matuidi è stato il secondo giocatore della Juventus a risultare positivo al Coronavirus, dopo il difensore Daniele Rugani.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, 77.635 contagi e 12.428 morti in Italia: ok Iss per mascherine – DIRETTA

F.A.