Coronavirus, l’UE annuncia: piano da 100 miliardi contro la disoccupazione

Con l’emergenza Coronavirus, l’Ue corre ai ripari. L’Unione Europea infatti annuncia un piano da ben 100 miliardi contro la disoccupazione.

Coronavirus Ue
Pronto piano da 100 miliardi contro disoccupazione (via Pixabay)

Il Coronavirus ha messo in piedi non solo l’economia nazionale, ma anche quella mondiale, così l’Ue è dovuta correre ai ripari. Dopo i vari sollecitamenti da parte dell’Italia, l’Unione Europea ha studiato un piano per evitare il collasso e per rimanere vicina ai suoi paesi.

Così nelle ultime ore è spuntata la notizia di un piano da parte dell’UE da ben 80-100 miliardi, per contrastare l’inevitavile crisi economica scaturita dalla diffusione del virus. L’obiettivo numero uno del provvedimento preso dall’Unione Europea è quello di aiutare a preservare i posti di lavoro con un regime di “riassicurazione” contro la disoccupazione.

Coronavirus, cosa prevede il provvedimento dell’UE

Coronavirus Ue
Il piano di Ursula von der Leyen (photo Gettyimages)

Dalle notizie che rimbalzano da diverse fonti vicino all’Unione Europea, l’organizzazione sovrannazionale sarebbe pronta a creare una specie di “cassa integrazione” sul modello tedesco o italiano, attraverso il sostegno pubblico ai lavoratori. Solamente in questo modo si riuscirebbe ad evitare i licenziamenti da parte delle imprese.

Per prendere tale provvedimento, l’UE dovrebbe attivare l’articolo 122 comma 2 del Trattato, secondo cui uno stato membro dell’unione può ricevere assistenza finanziaria se mai si trovasse in grave difficoltà, come succede all’Italia durante questo periodo di emergenza dettata dal Coronavirus.

Attivando l’articolo 122 comma 2 del Trattato, sarebbe concesso all’Italia usare i soldi del bilancio dell’Unione Europea. Tra queste disponibilità ci sarebbe anche quella di emettere titoli senza ricorrere a altre istituzioni o strumenti finanziari come il Mes o i Coronabond. Così l’UE sarebbe in grado di offrire assistenza ai paesi colpiti dalla crisi attivando provvedimenti molto simili al Kurzarbeit in Germania o la Cassa integrazione in Italia.

La proposta della Commissione europea, molto probabilmente, sarà presentata prima dell’Eurogruppo previsto per il 7 aprile. Durante la riunione dell’Eurogruppo, i vari ministri saranno chiamati per discutere le diverse opzioni sul tavolo per rispondere alla crisi economica scaturita dal Coronavirus.

Inoltre l’ultima idea per dare supporto ai paesi colpiti dalla crisi, ha riscosso grande successo anche tra i due partiti della grande coalizione in Germania. Vedremo se la svolta avverrà prima della riunione dell’Eurogruppo del 7 aprile.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sull’Economia, CLICCA QUI !