Museo chiuso per Coronavirus, rubato un quadro di Van Gogh

Museo chiuso per Coronavirus, i ladri ne approfittano per sottrarre durante la notte un famoso quadro di Vincent Van Gogh

Museo Van Gogh quadro rubato
Il museo dal quale è stato rubato il quadro (Getty Images)

Museo chiuso per Coronavirus, succede anche in Olanda. Ma è stata un’occasione unica per i ladrio che ne hanno approdittao per rubare un capolavoro di Vincent Van Gogh. Il quadro, ‘Spring Garden’, era esposto a Singer Laren, cittadina ad est della capitale Amsterdam. In realtà era qui in prestito dal Groninger Museum per una mostra e ora scatta la caccia ai ladri.

Il furto, secondo le prime informazioni, è stato compiuto attorno alle  3.15 del mattino di domenica. I ladri hano sfondato una porta a vetri del museo e gli agenti sono intervenuti soltanto dopo che l’antifurto è scattato. Quando sono giunti sul posto hanno potuto soltanto prendere atto del  furto.

L’opera dell’artista, il cui nome completo tradotto in italiano è “Giardino della canonica a Nuenen in primavera”, era in prestito. Adesso il direttore del museo, Jan Rudolph de Lorm, che ha confessato di essere scioccato, spera che qualcuno ci ripnesi oppure che le forze dell’ordine risolvano in fretta. “L’arte è lì per essere vista e condivisa da noi. Questo quadro deve tornare qui al più presto, integro”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, 10 musei da visitare da casa: tour virtuali

Van Gogh era affezionato al quadro, ma è spesso nel mirino dei ladri

Quadro  Van Gogh rubato
Il quadro di Van Gogh rubato in Olanda (Websource)

Tra il 1883 e nel 1884 Van Gogh era con i suoi genitori a Nuenen, perché suo padre officiava le celebrazioni nella chiesa, raffigurata nel dipinto. Era infatti un pastore protestante e il figlio realizzò il quadro per donarlo per la madre. Quando il padre morì, l’anno successivo, Van Gogh modificò il dipinto al quale era molto affezionato come aveva poi confessato al fratello Theo.

Non è nemmeno la prima volta però che un dipinto dell’artista olandese finisce nelle mani dei ladri. Tra i furti più clamorosi, quelli di due dipinti, la “Spiaggia di Scheveningen” (agosto 1882) e “Una congregazione che lascia la chiesa riformata di Nuenen” (1884-1885). Erano stati rubati nel 2002 dal Van Gogh Museum di Amsterdam e poi ritrovati nel casolare di un camorrista a Castellammare di Stabia nel settembre 2016.Dopo essere statio esposti al Museo Nazionale di Capodimonte, a Napoli, furono restituiti all’Olanda.

Van Gogh furto
Non è la prima volta che un quadro di Van Gogh viene rubato (Getty Images)