Coronavirus, Svizzera: “Chi ha questi anticorpi, potrebbe tornare al lavoro”

0

Uno studio sul Coronavirus dalla Svizzera per rivelare chi ha superato la malattia con i propri anticorpi. Pronti una serie di test a tappeto.

Coronavirus svizzera
In Svizzera pronti a scoprire chi ha superato la malattia naturalmente (Getty Images)

La pandemia da Covid-19 che sta caratterizzando questo inizio di decennio, ha messo in risalto due grandi gruppi di persone: coloro che presentano sintomi gravi e coloro che invece l’hanno superata con i propri anticorpi. Così i ricercatori stanno provando a studiare proprio quest’ultima categoria per capire quali sono gli anticorpi che hanno permesso di sconfiggere il virus.

Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato dei virologi dell’Università di Torino, pronti a prelevare campioni di sangue su coloro che hanno superato la malattia senza il bisogno di cure. Ad accodarsi alla proposta dei virologi torinesi, ci stanno pensando anche diverse nazioni come la Svizzera, l’Austria, la Germania e la Gran Bretagna.

Queste nazioni, infatti sono pronte ad effetturare test a tappeto per l’identificazione degli anticorpi. Una scelta che potrebbe rappresentare una svolta nella ricerca di un antivirale contro il Covid-19.

Coronavirus, in Svizzera i primi test dalla prossima settimana

Coronavirus Svizzera
Pronti a partire i test a tappeto in Svizzera (foto da Pixabay)

Tra le nazioni sopracitate, la Svizzera dovrebbe essere il primo paese a far partire i test a tappeto. Un vero e proprio segnale di speranza, che potrebbe segnare una svolta nella lotta contro il Coronavirus. Dalla prossima settimana, con molte probabilità nel paese svizzero partiranno i controlli a tappeto. Ad annunciarlo è stato Daniel Koch dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), con i test che saranno effettuati da kit in arrivo nei laboratori elvetici.

Beda M. Stedler, esponente d’immunologia all’Università di Berna, ha spiegato che bisognerà individuare le immunoglobuline G e A. Chi presenterà questi anticorpi, con molte probabilità, sarà immune al virus e potrebbe tornare a condurre una vita normale. La comunità scientifica elvetica non ha ancora comunicato quanti saranno i kit disponibili, ma l’intenzione è quella di rifornirsi da fornitori in grado di offirire oltre mille test alla settimana.

Vedremo se la scelta della nazione elvetica riuscirà a dare una grande mano alla ricerca del vaccino che porrà fine a questa pandemia.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui