Coronavirus, nuove restrizioni per l’ingresso in Italia: l’ordinanza

Nuova ordinanza sul Coronavirus da parte del Ministero della Salute e dei Trasporti: misure più restrittive per l’ ingresso in Italia

coronavirus ingresso italia
Aereo (photo Gettyimages)

Sono ancora giorni duri per l’italia e i suoi abitanti, visto che ancora l’incremento dei casi di Coronavirus fatica a scendere. Ormai è praticamente certo che le misure restrittive fissate fino al 3 aprile dal Governo verranno prorogate per le settimane successive, ma intanto i Ministeri si sono adoperati per una nuova ordinanza. Il Ministero della Salute e quello delle Infrastrutture e Trasporti hanno disposto una stretta ulteriore per chi arriva in Italia dall’estero. Da oggi 28 marzo, infatti, chiunque arrivi nel nostro Paese in aereo, nave o veicolo “deve consegnare al vettore all’atto dell’imbarco una dichiarazione dove specificare i motivi del viaggio e l’indirizzo completo dell’abitazione dove sarà svolto l’isolamento fiduciario”. Inoltre, dovrà anche fornire i dati del “mezzo privato che verrà utilizzato per raggiungerla e un recapito telefonico presso cui ricevere le comunicazioni durante l’intero periodo di sorveglianza sanitaria e isolamento”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Mascherine Coronavirus, Comune piemontese assume sarte per “fai da te”

Coronavirus, nuove misure restrittive per l’ingresso in Italia: l’ordinanza del Mit e Salute

coronavirus ingresso italia
Aeroporto Linate

Da oggi, dunque, ci saranno nuove misure ancor più restrittive per chi arriverà in Italia, che ovviamente dovrà obbligatoriamente farsi i canonici 14 giorni di quarantena. In questo modo si cerca di controllare quanto più possibile potenziali nuovi portatori del virus, per contrastare un ulteriore diffusione. I vettori e gli armatori dovranno misurare la temperatura dei passeggeri, vietando l’imbarco se essa supera i 37,5 gradi o la documentazione non sia sufficiente, e fornire loro le mascherine. L’ordinanza è stata firmata dai Ministri Roberto Speranza e Paola De Micheli.