CONDIVIDI

Coronavirus, Gordon Ramsey ha deciso di licenziare tantissime persone a causa della pandemia. I social non gli perdoneranno quanto fatto.

Gordon Ramsey
Gordon Ramsey (via Getty)

In tempo di coronavirus senza dubbio c’è tanta crisi, ma la situazione non deve farci perdere la propria umanità. Senza dubbio tante attività soffrono per quanto deciso dai governi e per la situazione. Con nessuno che esce di casa, molti servizi di certo non sono più ritenuti utili e per questo in tanti soffrono e non poco. La situazione è gravissima, ma questo non dovrebbe comunque giustificare certe decisioni aziendali, soprattutto se provenienti da persone che valgono milioni di euro. Parliamo della decisione del famosissimo chef televisivo, Gordon Ramsey, il quale avrebbe appena licenziato ben 500 dei suoi dipendenti in seguito alla chiusura dei suoi locali in Inghilterra.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Conte: “Subito buoni spesa e anticipi ai Comuni”- VIDEO

Coronavirus, Gordon Ramsey licenzia 500 persone: rivolta sui social

La decisione sta creando tante polemiche sui social, in quanto le lettere di licenziamento arrivano in un momento durissimo. In molti avrebbero preferito che Gordon Ramsey fosse stato più vicino ai suoi in questo momento, soprattutto perché pagare 500 persone per il prossimo mese significherebbe per lui “perdere” circa 2,5 milioni di euro. Nulla se paragonato ai 69 milioni che secondo Forbes avrebbe guadagnato soltanto nel 2019. La lettere di licenziamento, poi, che sottolineano come non è scontata la riassunzione alla fine della crisi Coronavirus. Di seguito lo screen dell’email condivisa sui social da un ex cuoco che lavorava per Ramsey.

 

Coronavirus, Ramsey licenzia personale (via Twitter)

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24