CONDIVIDI

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte annuncia la data dei pagamenti alle aziende della Cassa integrazione per i lavoratori a casa a causa del Coronavirus

cassa integrazione Conte
Giuseppe Conte e Rocco Casalino (Foto: Getty)

In questo momento, oltre all’emergenza sanitaria del Coronavirus, il Governo è alle prese con diversi grattacapi per far si che le aziende chiuse e cittadini a casa non subiscano ingenti danni economici. Milioni di lavoratori dipendenti saranno messi in ‘Cassa Integrazione’, usufruendo dell’ammortizzatore sociale nel periodo in cui le imprese dovranno rimanere obbligatoriamente ferme. Lo Stato che dovrà anche provvedere ad aiutare gli imprenditori a far fronte a questo periodo di difficoltà. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte poco fa ha pubblicato un post su Facebook, nel quale annuncia: “Abbiamo esteso la Cig in deroga tutto il territorio nazionale e a tutti i settori produttivi. Da lunedì 30 marzo i datori di lavoro possono fare domanda e il bonifico arriverà direttamente sull’Iban del lavoratore. Ho chiesto al Ministero del Lavoro e all’Inps di mettere in campo uno sforzo straordinario affinché i pagamenti siano attivati entro il 15 aprile e, se possibile, anche prima”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Renzi al Senato: “Coronavirus durerà due anni, 50 miliardi sono pochi”

Cassa integrazione, Conte annuncia pagamenti entro il 15 aprile: le misure del Governo

cassa integrazione conte
Conte annuncia la data dei pagamenti per chi è in Cassa Integrazione (Foto: Getty)

Nel suo messaggio agli italiani Conte ci tiene a sottolineare come il Governo stia facendo i massimi sforzi per cercare di non abbandonare imprese, lavoratori e famiglie. “Ho dato chiara indicazione a tutti gli uffici pubblici affinché si superino gli ordinari passaggi burocratici, si abbrevino al massimo i tempi normali. Il Decreto Cura Italia è stato solo un primo, pur importante, passo: oltre 11 miliardi di euro sono destinati agli ammortizzatori sociali, agli indennizzi e ai bonus in favore di autonomi e professionisti. Una prima risposta per 11 milioni di cittadini”. Il Premier, annunciando che i datori di lavoro dovranno fare richiesta dei pagamenti dal 30 marzo e che essi finiranno nelle tasche dei lavoratori entro il 15 aprile, dà un ulteriore precisazione. “Per la Cassa integrazione ordinaria da ieri è già possibile, in tempi record, far pervenire le richieste. Le domande per i bonus e gli indennizzi saranno disponibili sul sito dell’Inps dal 31 marzo. Ai tanti autonomi, alle tante partite Iva dico con chiarezza e trasparenza: questo è solo l’inizio, stanno arrivando altre misure.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Cdm approva nuovo decreto: tutte le nuove sanzioni previste