CONDIVIDI

Coronavirus, c’è fiducia adesso da parte delle Istituzioni. A riferirlo in conferenza stampa durante il bollettino medico è Franco Locatelli, presidente dell’ISS. 

Lotta al Coronavirus, ora entriamo nel momento cruciale. A riferirlo è stato direttamente Franco Locatelli, presidente dell’ISS, intervenuto in conferenza stampa insieme ad Angelo Borrelli per il classico bollettino medico.

Come spiega il medico, ora più che mai servirà la massima attenzione anche presso le nostre stesse abitazioni: “Le misure di prevenzione del contagio virale, da un punto di vista strettamente sociale che lavorativo, difficilmente possono essere implementate. E facendo riferimento a quello che è il 2° cardine del contagio, sposta adesso l’attenzione in maniera importante su quella che è la prevenzione del contagio inter-familiare”. 

Coronavirus, c’è fiducia da parte della Istituzioni

Il tutto perché: “23.000 italiani che sono fortunatamente asintomatici,ma per i quali c’è stata una documentazione di positività per il coronavirus, di fatto possono rappresentare un meccanismo per cui non si riesce a ridurre nella maniera auspicata e voluta i numeri a cui abbiamo fatto menzione”.

Passato apparentemente il momento critico, ora dovremmo essere verso la discesa se manteniamo la concentrazione: “Le prime misure stringenti di contenimento sono state adottate l’11 di marzo. Abbiamo sempre detto che ci aspettavamo di vedere i risultati per i tempi di replicazione del virus e del tempo di diffusione inter-umana tra le 2 e 3 settimane”.

C’è fiducia, dunque, da parte delle Istituzioni: “Quindi la settimana che andremo a iniziare con domani sarà da questo punto di vista assolutamente cruciale. E su questa ci aspettiamo finalmente un segnale di inversione di tendenza”. Da lì l’appello di Locatello: “Lo dico in maniera molto chiara perché quello che faccio è un appello alla responsabilità di cittadini di questo paese. Sappiamo perfettamente cosa vuol dire, cosa avrà voluto dire e cosa vorrà dire ancora andare a impattare in maniera così importante sullo stile di vita che tutti noi abbiamo”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, il commissario Arcuri: “Da domani mascherine per tutti!”

Guai a mollare adesso pertanto: “Questo è il momento per trarre ancor maggior motivazione e incentivazione per proseguire in questa politica e in questi comportamenti individuali. Perché proprio gli stessi ci permetteranno di prevenire una diffusione ulteriore del virus e un allargamento a quelle regioni non configurano uno scenario così importante e impegnativo come quello della Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna”. 

Conferenza stampa 22 marzo 2020 ore 18.00

🔴 L'aggiornamento quotidiano sull'emergenza Coronavirus con il Capo Dipartimento Angelo Borrelli. Segui la diretta 👇

Pubblicato da Dipartimento Protezione Civile su Domenica 22 marzo 2020

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24