CONDIVIDI

Coronavirus, come fare la spesa: l’Istituto Superiore della Sanità ha stilato una serie di regole per limitare i rischi al supermercato e nei negozi

ISS spesa supermercato Coronavirus
ISS, come comportarsi al supermercato (Websource)

Coronavirus, come fare la spesa in questi giorni così convulsi. Una pratica normale per gli italiani, molto meno lo sono le code. Ma la parola d’ordine, al supermercato come nel negozio sotto casa, è sicurezza. E così l’Istituto Superiore della Sanità he messo nero su bianco una serie di regole, dettate anche dal buon senso, su come comportarsi in queste occasioni

Se da una parte il personale dei negozi è tenuto ad osservare standard altissimi per evitare qualsiasi rischio, anche il comportamento dei clienti conta. Quindi ad esempio è fondamentale rispettare la distanza di sicurezza dagli altri. Almeno un metro, che in fondo è la lungheza che hanno i carrelli della spesa, o magari pure due. Vale per tutti i clienti, ma vale anche quando arriviamo alla cassa per pagare.

Molti supermercati si sono attrezzati e consegnano ai clienti direttamente all’ingresso guanti sterili prima di fare la spesa. l’ISS però ricotrda che quando li indossiamo dobbiamo fare attenzionme a non toccarci mai occhi, naso e bocca. Una volta terminata la spesa, sfiliamoli sempre alla rovescia e poi devono essere smaltiti negli appositi contenitori per l’indifferenziata.

Attenzione anche ai pagamenti. Nulla da dire in caso di utilizzo del bancomat o della carta di credito. Se invece alla cassa paghiamo in contanti, laviamoci poi sempre subito le mani, o almeno passiamole con un gel disinfettante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Conte ha firmato il decreto: chi sta aperto e chi no

Coronavirus e spesa, dall’ISS anche i consigli per trattare frutta e verdura

Coronavirus ISS consigli spesa
Coronavirus, i consigli anti contagio qunado si fa la spesa (WebSource)

L’ISS però dà alcuni consigli anche al personale. Tutti sono tenuti a rispettare tutte le norme igieniche indicate in linea generale. Ad esempio anche per loro guanti e mascherine che devono essere cambiati e smaltiti secondo le procedure previste. E devono adottare tutte le accortezze  per distanziare i clienti di almeno un metro. Per questo devono essere contingentati gli ingressi  rispettate le file sia all’interno (tipo al banco dei prodotti freschi) che all’esterno.

Ma ci sono anche domande che esigono risposte. Ad esempio i prodotti freschi non sono più pericolosi rispetto a quelli non freschi. Ovviamente a patto che in tutta la filiera, che termina con il supermercato e il cliente, siano rispettate le norme. La regola è sempre maneggiare frutta e verdura con i guanti forniti dal supermercato.

Ma il virus resta attaccato alle superfici delle confezioni dei prodotti? Può sopravvivere da qualche ora a qualche giorno se le superfici non sono state pulite o disinfettate ma è sensibile ai disinfettanti a base di cloro e alcol. Una volta a casa, quindi, lavate sempre accuratamente frutta e verdura, soprattutto quando viene consumata cruda.

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24