CONDIVIDI

Matteo Salvini, leader della Lega, ha chiesto l’immediata convocazione del parlamento perché il decreto coronavirus è insufficiente

Decreto Coronavirus, Salvini
Decreto Coronavirus, Salvini (photo Gettyimages)

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha deciso di convocare immediatamente il Parlamento in quanto crede che il decreto cura Italia emanato dal governo, insieme ad altri provvedimenti, sia insufficiente. Lo fa tramite una diretta sul proprio profilo Facebook nel quale lamenta anche di possibili accordi “in segreto” con Bruxelles. Alla base, però, delle critiche di Salvini ci sarebbero alcune misure economiche poco adatte a salvaguardare i cittadini. Non manca di menzionare lo “svuotacarceri” per lui assolutamente ingiustificabile.

Decreto Coronavirus, Salvini parte all’attacco e convoca il parlamento: le parole

Coronavirus

“La Lega chiede l’immediata convocazione del Parlamento, deputati e senatori. Come tanti italiani sono al lavoro in questi giorni difficili ed anche i parlamentari devono andarci. Il decreto del Governo, al quale abbiamo dato tanti suggerimenti, non basta”. Non si possono far pagare la tasse già questo venerdì. Impensabile che 600 euro per i lavoratori siano sufficienti, è impensabile che tanto personale scolastico sia costretto ad andare a scuola. E’ impensabile anche lo svuotacarceri, mentre si arrestano in casa i cittadini si pensa di far uscire cinquemila detenuti tra cui rapinatori, spacciatori, ladri e truffatori. Urgente è migliorare il decreto anche perché la borsa ha perso 300 miliardi e non vorremmo che qualcuno stesse prendendo accordi a Bruxelles senza che i parlamentari che rappresentano gli italiani siano coinvolti ed ascoltati”. Queste le parole di Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE—> Sondaggi elettorali, il Coronavirus rafforza Lega, Pd e Fratelli d’Italia

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24