CONDIVIDI

Non si è a conoscenza della durata del CoVid-19 sui rifiuti urbani. Ecco alcuni consigli per prevenire il contagio da Coronavirus attraverso i rifiuti.

Raccolta differenziata
Raccolta differenziata (photo Pixabay)

Arrivano direttamente dall’Istituto Superiore di Sanità le nuove modifiche riguardo la raccolta differenziata urbana. Come riporta il Corriere della Sera, l’Iss ha dichiarato che non siamo a conoscenza dell’effettiva durata del CoVid-19 sui rifiuti urbani, che potrebbero rappresentare una nuova frontiera di contagio. A tal proposito, sono state predisposte le nuove modalità di raccolta rifiuti, al fine di prevenire il Contagio da Coronavirus.

La prima novità, come riporta il Corriere della Sera, è che “Chi è positivo o si trova in quarantena obbligatoria, deve interrompere la raccolta differenziata”. Dunque, chi si trova in questa situazione dovrà gettare tutti i rifiuti nell’indifferenziata, possibilmente attraverso contenitore a pedale e con due o tre sacchetti inseriti uno nell’altro. Dopo aver gettato i rifiuti nell’indifferenziata, di dovrà chiudere ermeticamente il sacco, utilizzando guanti monouso e, dopodiché, è bene lasciare il sacco chiuso fuori dalla porta di casa.

E i guanti utilizzati? Per quanto riguarda i guanti appena utilizzati per gettare i rifiuti, questi andranno gettati in nuovi sacchetti per indifferenziata. Solo così si potrà avere un’efficace prevenzione al contagio da Coronavirus tramite rifiuti. Dopo aver gettato i guanti nei nuovi sacchetti, il consiglio è quello di lavarsi accuratamente le mani e di disinfettarle.

Leggi anche: Divieti Coronavirus, due denunciati a Milano: il motivo è imbarazzante

Prevenzione al contagio da Coronavirus: le regole per i rifiuti

Raccolta differenziata
Raccolta differenziata (photo Pixabay)

Quanto appena detto riguardo i rifiuti urbani riguarda principalmente chi ha contratto il virus e chi si trova in quarantena obbligatoria. Ma per tutti gli altri? Come devono comportarsi in merito alla raccolta differenziata? L’Iss, come riporta il Corriere della Sera, ci dice che tutti gli altri devono continuare con la raccolta differenziata, dunque senza cambiare le norme già in atto. Bisogna fare attenzione a un particolare, non indifferente.

Per quanto riguarda l’utilizzo di mascherine, fazzoletti di carta usati da chi è raffreddato e guanti, tutto ciò va buttato nell’indifferenziata. Anche in questo caso è bene utilizzare più sacchetti inseriti l’uno nell’altro e ben resistenti e, infine, chiusi ermeticamente. Questi i consigli dell’Iss per prevenire il contagio da Coronavirus attraverso i rifiuti.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, 26.062 contagi e 2503 decessi totali: rinviati Europei di calcio – DIRETTA

F.A.

 

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24