Chicago, acquario chiuso al pubblico apre ai pinguini

0

Può sembrare assurdo, ma è la realtà: causa Coronavirus l’acquario chiude al pubblico, ma apre ai pinguini

Pinguini

Ci troviamo a Chicago, allo Shedd Aquarium che da domenica ha chiuso al pubblico causa Covid-19. Per evitare la diffusione del virus, l’acquario è stato costretto a chiudere le porte d’accesso. Approfittando dell’assenza di persone, il proprietario dell’acquario ha deciso fosse l’ora di dare un po’ di libertà ai propri pinguini che si sono quindi trovati a spasso per l’intera struttura. I video della gita dei pinguini è stato quindi diffuso sugli account social dell’acquario dell’Illinois, chiuso almeno fino al 29 marzo, come da disposizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Crisi mondiale agenzie di betting: la pandemia fa crollare i bookmakers

Antartide, record storico di caldo: ghiacciai e pinguini a rischio

Antartide ghiaccio
Antartide, il ghiaccio si scioglie (screenshot via Youtube)

Intanto che un gruppetto di pinguini se la spassa all’interno dell’acquario che gli ha consentito di passeggiare per l’intera struttura, in Antartide i loro compagni vivono un incubo. Negli ultimi cinquantanni, in base ai dati dell’OMM (l’Organizzazione meteorologica mondiale) le temperature medie dell’Antartide sono aumentate di almeno 3 gradi. Accanto a questo dato ce n’è un altro inquietante. Quasi il 90% dei ghiacciai vicini alla costa occidentale si è rimpicciolito, con un picco negli ultimo 10-12 anni.

I primi ad essere colpiti, al pari della natura, sono gli animali. Sono state infatti evidenziate riduzioni a quasi l’80% in alcune delle colonie di pinguini ispezionate durante una spedizione di Greenpeace in Antartide.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui