Coronavirus, aumentano i contagi in Spagna: frontiere chiuse

Emergenza Coronavirus: aumentano a dismisura i contagi in Spagna. A partire da mezzanotte verranno chiuse le frontiere.

Madrid
Madrid (photo Gettyimages)

Anche in Spagna frontiere chiuse. La decisione, presa dal Governo, verrà messa in atto a partire da mezzanotte. Come riporta Skytg24, a partire da mezzanotte potranno entrare in Spagna solamente cittadini spagnoli e le merci, al fine di mantenere attiva la catena di sostentamento. Saranno esenti dalla disposizione anche cittadini stranieri che devono entrare in Spagna per cause di forza maggiore.

L’annuncio è stato dato, come riporta Skytg24, dal ministro dell’Interno. L’emergenza Coronavirus, ha portato la Spagna a prendere decisioni drastiche, come già accaduto in Italia, e negli altri Paesi europei.

Leggi anche >>> Coronavirus, Macron chiude le frontiere: “Siamo in guerra”

Coronavirus: anche la Spagna chiude le frontiere

Madrid
Madrid (photo Gettyimages)

In linea con gli altri Paesi europei, anche la Spagna ha deciso di mettere in atto decisioni drastiche, al fine di bloccare l’espansione del CoVid-19. Oltre alla chiusura delle frontiere, (decisione che sarà messa in atto a partire da mezzanotte) la Spagna ha deciso di aumentare i controlli in strada. Madrid infatti potenzierà la presenza dell’esercito su tutto il territorio spagnolo.

Come riporta Skytg24, la Spagna metterà dunque su strada 1100 militari disparati su 13 province. Nella giornata di ieri erano stati disposti solo 350 militari, a dimostrazione della difficoltà nel fronteggiare il comun nemico chiamato CoVid-19.

Nel frattempo sono aumentati a oltre 9000 i casi di positività in Spagna, con il numero di vittime salito a 300. Il Governo ha fatto sapere che le ultime disposizioni saranno messe in atto per almeno 15 giorni, dopodiché si valuterà sul da farsi.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Trump teme la recessione e Wall Street affonda

F.A.