Coronavirus, la Cina lancia un sospetto terribile sul paziente zero

Coronavirus, la Cina lancia un sospetto sulle cause che hanno portato al primo contagio globale. E tira in ballo l’esercito americano.

Coronavirus
Coronavirus, la Cina sta uscendo dall’emergenza (Getty Images)

Coronavirus, la Cina sta lentamente uscendo dall’emergenza ed è in fase di recessione come numero di morti. Ma parallelamente alle cure, in queste settimane è proseguita anche la caccia alle cause della pandemia. E l’ultimo sospetto che avanza con un certo clamore sposta l’attenzione sugli Usa e sul suo esercito.

Una teoria portata avanti da esponenti di spicco del ministero degli Esteri cinese. Certezze al momenrto non ce ne sono, ma potrebbero essere stati i militari americani a portare il Coronavirus in Cina. Quindi la malattia non avrebbe subito uno sviluppo interno e Wuhan sarebbe stato solo casualmente il primo grande epicentro del virus.

Zhao Lijian su Twitter ha postato un video con l’audizione, fatta di due giorni fa, alla Camera dei Rappresentanti di Robert Redfield che è il direttore dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie. Allo stesso tempo ha chiesto trasparenza assoluta agli Usa. In quell’occasione Redfield ha ammesso come alcuni soldati americani, apparentemente morti successivamente di influenza, sono poi risultati positivi al Coronavirus.

Zhao si chiede quindi quando gli Usa abbiano scoperto il loro ‘paziente zero’ e quante persone siano state contagiate. ma soprattutto lancia un sospetto inquietante: è possibile che sia stato l’esercito americano a portare l’epidemia a Wuhan? Redfield in realtà non ha fornito indicazioni sulle tempistiche nel suo intervento. Ma secondo Zhao questo scagionerebbe la città di Wuhan, da molti ritenuta la causa scatenante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Donald Trump dichiara l’emergenza nazionale

Coronavirus accusa Cina
Coronavirus, dalla Cina un’accusa pesante (Getty)

A questo va aggiunto anche il parere di Geng Shuang, un alto diplomatico cinese. Ha affermato che esistono opinioni diverse sulle origini della pandemia, ma “tutto il mondo dovrebbe essere unito nella battaglia invece di scambiarsi accuse”. Inoltre Hua Chunying (capo del dipartimento per l’Informazione del ministero degli Esteri di Pechino) ha avanzato dubbi. Su Twittet ha scritto che “è assolutamente sbagliato parlare di Coronavirus cinese” co0me invece è stato fino ad oggi.

Gli Usa raccolgono ma non commentano. Intanto però nelle ultime ore la CNN con un suo servizio ha confermato come lo scorso ottobre a Wuhan fossero presenti centinaia di atleti delle forze militari statunitensi. Erano tutti impegnati nei Military World Games. Ma qquesto è l’unico datpo certo e il resto sono soltano illazioni. Per queto l’emittente mette l’accento sul fatto che in Cina è stata lanciata una campagna mediatica per mettere in discussione l’origine del nuovo Coronavirus.

<<< Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>>