Paraguay, Ronaldinho di nuovo arrestato: è la seconda volta in 48 ore

0

Paraguay, Ronaldinho di nuovo arrestato: è la seconda volta in 48 ore. Il campione brasiliano si trova sempre ad Asuncion

Ronaldinho arrestato
Paraguay, Ronaldinho arrestato di nuovo: è la seconda volta in 48 ore (Foto: Getty)

Il romanzo di Ronaldinho in Paraguay ha aggiunto un nuovo e inaspettato capitolo. Quella che sarebbe dovuta essere solo un’apparizione ad un evento di beneficenza con la presentazione del suo libro, si è conclusa con uno scandalo. Venerdì sera, il brasiliano e suo fratello, Roberto de Assis Moreira, hanno subito un secondo arresto: sebbene il pubblico ministero abbia ritenuto che non avrebbero dovuto essere processati, il giudice del caso ha emesso un nuovo mandato di cattura per essere entrati con passaporti falsi nel paese sudamericano. La polizia nazionale è andata a cercarli presso l’hotel Sheraton di Asunción e sono stati trasferiti alla Specialized Association, una delle migliori caserme del paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ronaldinho ed il fratello arrestati in Paraguay: le accuse al campione

Paraguay, Ronaldinho arrestato di nuovo: è la seconda volta in 48 ore

Ronaldinho di nuovo arrestato
Paraguay, Ronaldinho arrestato di nuovo: è la seconda volta in 48 ore (Foto: Getty)

La Polizia Nazionale dopo averli prelevati dal lussuoso hotel dove soggiornavano, li ha trasportati al commissariato. “L’arresto è frutto dell’ordine di un procuratore che non ha partecipato al fascicolo. Questo è raro, non sappiamo nulla”, ha detto l’avvocato di Dinho, Adolfo Marín. “L’ufficio del procuratore generale ha emesso un mandato di arresto, ha accusato il giocatore Ronaldinho per l’uso di un documento pubblico di contenuto falso e ha richiesto misure precauzionali, con la prigione preventiva. I detenuti saranno inviati al gruppo specializzato della polizia nazionale e resi disponibili“, ha dichiarato il pubblico ministero del Paraguay sul tuo account Twitter.

D’altra parte, secondo Globoesporte, la polizia avrebbe scoperto che Ronaldinho e il fratello stavano pianificando una fuga, che si erano trasferiti allo Sheraton per essere più vicini all’aeroporto di Asunción e che avevano comprato i biglietti per tornare in Brasile alla spicciolata: uno venerdì sera e l’altro per domenica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus-calcio: ora spuntano 18 regole obbligatorie da seguire

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui