CONDIVIDI

In tempo di Coronavirus è facile incappare in notizie false e bufale. Ecco perché l’acqua del rubinetto e lo smartphone non sono pericolosi per la trasmissione

bufale coronavirus acqua smartphone
Il gel disinfettante Amuchina (Youtube)

Da circa tre settimane gran parte dell’Italia si è fermata a causa dell’arrivo del Coronavirus, che ha già provocato il contagio di 5mila persone e la morte di 233 persone. Da mesi le autorità sanitarie e i media ci indicano i comportamenti da seguire su come tentare di rallentare il contagio e il progredirsi dell’epidemia, ma non tutti purtroppo sono avvezzi a rispettarle. Tra i tanti suggerimenti giusti, in rete ne sono usciti alcuni che non hanno nessun fondamento.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, rivolta nel carcere di Salerno dopo lo stop ai colloqui

Bufale sul Coronavirus, acqua del rubinetto e smartphone pericolosi per il contagio? Facciamo chiarezza

bufale coronavirus acqua smar
La mascherina è una delle misure di prevenzione contro il Coronavirus (via Getty Images)

Tra le notizie circolate in tema di trasmissione del Coronavirus c’è anche quella secondo la quale bere l’acqua del rubinetto o toccare lo smartphone sia veicolo di contagio del Covid-19. Sull’argomento è intervenuto direttamente l’Istituto Superiore della Sanità, che sul proprio sito internet ha pubblicato precise e utili indicazioni. Secondo gli esperti dell’Iss bere acqua del rubinetto non comporta nessun rischio di contrarre il virus, perché le correnti di abbattimento sono efficaci nell’abbattimento dei virus stessi, dati i tempi di ritenzione e i fenomeni di diluizione dei trattamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, 5.061 contagi, 233 morti in Italia: 39 decessi in 24 ore – DIRETTA

Inoltre le condizioni ambientali quali temperatura, luce solare e livelli elevati di pH non consentono all’agente patogeno di sopravvivere. Gli esperti affermano che non bisogna aver paura nemmeno del proprio smartphone e di accessori come auricolari e microfoni. Il Coronavirus, infatti, può introdursi nel corpo attraverso bocca, naso e occhi. E’ sempre consigliato, però, disinfettare la superficie dei dispositivi con prodotti a base di alcol, acqua ossigenata o candeggina. Il rischio di contagio, infatti, non deriva dal contatto con gli oggetti ma dalla possibile contaminazione della mani che poi vengono a contatto con le mucose.

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24