Coronavirus, gli impianti sciistici: “In montagna nessun contagio!”

Coronavirus, gli impianti sciistici stanno facendo nuova pubblicità contro il virus cinese. Il problema del turismo sale, e gli albergatori di alta montagna assicurano i turisti. 

Impianto sciistico montagna
Impianto sciistico montagna (via Pixabay)

Il Coroanvirus sta spaventando tantissime persone. Sempre di più, infatti, sono i turisti che decidono di non visitare l’Italia od i suoi posti più belli per il timore del virus di origine cinese. Un incubo per un Paese che fa del turismo la sua attività principale. Le perdite sono disastrose. Nessuno prenota e chi lo ha già fatto, chiama con furia e velocità per cercare di annullare la propria prenotazione ed ottenere un rimborso immediato. Il danno è incalcolabile. Tantissimi albergatori sono in seria difficoltà e le perdite aumenteranno ogni giorno che il coronavirus conquista nuovi spazi e miete nuove vittime. Una situazione difficile, alla quale pare non esserci soluzione nel breve.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, 2.236 casi e 79 morti in Italia: oggi 27 decessi – DIRETTA

Coronavirus, gli impianti sciistici: “In montagna nessun contagio!”

Gli albergatori di alta montagna e degli impianti sciistici stanno mettendo in piedi una nuova pubblicità. Ovunque su Facebook, i canali social, Instagram ecc, infatti, gli impianti di altissima montagna del Nord si sponsorizzano come zone senza virus. Le montagne del Friuli, della Valle d’Aosta e del Trentino sono, fino ad ora, delle zone franche, in cui il virus non è ancora stato rivelato. Ovviamente anche merito degli albergatori e degli impianti sciistici che fanno rispettare le norme di igiene e del buon senso. Un decreto governativo del 1 marzo, infatti, sostiene che:

“È consentito lo svolgimento delle attività nei comprensori sciistici a condizione che il gestore provveda alla limitazione dell’accesso agli impianti”. 

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, positivi due giudici a Milano: la situazione

Coronavirus Italia
Coronavirus Italia (via Getty)