Eludono i controlli anti Coronavirus: 18 denunciati a Lodi

Nella “zona rossa” di Lodi alcune persone eludevano i controlli sanitari per il Coronavirus: 18 denunciati per aver violato l’ordinanza

controlli coronavirus denunciati
Italia, è fuga di turisti (Getty)

L’allarme per l’arrivo del Coronavirus in Italia è scattato da una decina di giorni, con il Governo e le Regioni che hanno attuato provvedimenti più o meno drastici per cercare di contenere la diffusione dell’epidemia influenzale partita della Cina. Tra le leggi attuate in questa settimana c’è il decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio lo scorso 23 febbraio.

LEGGI ANCHE>>> Procurato allarme su Coronavirus: denunciati 5 giornali italiani

Eludono i controlli sanitari anti-Coronavirus a Lodi: 18 denunciati nella zona rossa

controlli coronavirus denunciati
A Lodi sono stati denunciati in 18 per aver eluso i controlli sul Coronavirus (Screenshot Twitter)

In 18, 12 dei quali cittadini stranieri, in questi giorni, sono stati denunciati per aver violato queste norme nella cosiddetta “zona rossa“, l’area geografica interessata alla legge e quella ritenuta più a rischio. Nella provincia di Lodi, infatti, queste persone hanno cercato di sfuggire ai controlli per andare al di fuori della zona rossa, nei pubblici esercizi o dai propri parenti. I fatti sono stati scoperti dai Carabinieri e altre forze dell’ordine che presidiano la zona di confine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lombardia, emergenza Coronavirus: Fontana richiama medici in pensione

I trasgressori dovranno, dunque, rispondere di violazione dell’ordine dell’autorità prescritta del decreto legge emanato da Giuseppe Conte il 23 febbraio. A Codogno ci sono circa 150 militari, provenienti anche da altre zone d’Italia, che effettuano i controlli 24 ore su 24 per contenere la diffusione del Coronavirus al di fuori delle zone focolaio. Purtroppo, in una situazione di grande emergenza, l’irresponsabilità di alcuni individui rischia di mettere in pericolo la comunità.