Veneto, il Governatore Zaia: “Coronavirus? Cinesi mangiano topi vivi”

Coronavirus, è polemica per le parole del Governatore del Veneto pronunciato in diretta Tv. “Colpa dei cinesi che mangiano topi vivi, li abbiamo visti tutti”, ha riferito Luca Zaia. 

Luca Zaia, governatore del Veneto

Allarme coronavirus, hanno fatto discutere alcune dichiarazioni rilasciate ieri da Luca Zaia. Presente negli studi di ‘Antenna 3-Nord Est’, il Governatore del Veneto ha infatti attribuito l’emergenza sanitaria a una questione culturale e igienica proveniente dalla Cina.

Coronavirus
(via Getty Images)

Coronavirus, polemica per le parole del governatore Luca Zaia

“Sa perché noi dopo una settimana abbiamo 116 positivi dei quali 63 senza sintomi e solo 28 in ospedale? Sa perché? Perché l’igiene che ha il nostro popolo, i veneti e i cittadini italiani in generale, è differente”, ha affermato il politico in diretta tv.

Entrando poi anche nei dettagli: “La formazione culturale nostra è di farsi la doccia, di lavarsi, di lavarsi spesso le mani. Un regime di pulizia personale particolare. Anche l’alimentazione, la pulizia, le norme igieniche, il frigorifero. Le scadenza degli alimenti. Lei dice cosa c’entra, c’entra perché è un fatto culturale. Credo che la Cina ha pagato un grande conto di questa epidemia, perché li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi o altre cose del genere”.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, l’annuncio dell’assessore Gallera per l’emergenza 

Zaia nel frattempo propenso a riaprire le scuole già il 2 marzo. “In Veneto abbiamo un incremento relativo ai contagiati che è minimale”, ha inoltre riferito il politico. La decisione a livello nazionale arriverà domani direttamente dal Governo italiano.

Leggi anche —-> Coronavirus, parla Di Maio: “Venite tranquillamente in Italia”